Distinguiamo.

luglio 16, 2009

Dicevamo che Craxi era un criminale, ed ora l’amico Walter Veltroni ( o Valter? Cazzo,siam sempre lì) sostiene che è stato un grande esponente della sinistra riformista, tanto che “sarebbe stato meglio che a condurre il cambiamento non fosse stato un post-comunista”.
Ebbene, non siamo incoerenti: distinguiamo.

Dichiaravamo d’esser diversi perchè totalmente onesti, ed è saltato fuori che non è proprio così .
E’ chiaro che non ci siamo contraddetti: distinguiamo.

Un tempo criticavamo chi organizzava parate di comici televisivi,sostenendo che impoveriva la cultura di questo paese, che viceversa doveva privilegiare gli artisti seri,unici abilitati a star sulla scena.
Oggi i nostri sindaci indicono rassegne, ove sul palco in una serata ci trovi,sì, Franco Branciaroli,ma nelle altre s’alternano la Littizzetto e quelli di Zelig.
Nonostante quel che appare, non abbiam cambiato idea: distinguiamo.

Ritenevamo che il mercato senza regole fosse un male assoluto, mentre da qualche tempo non vediamo l’ora di sbracare ed eliminare controlli, sì da non intralciare certe imprese che nel frattempo ci son diventate amiche.
Non per questo abbiamo rinnegato le nostre origini:distinguiamo.

Al culmine delle nostre idee filoamericane abbiamo creato regolamenti per le primarie tali per cui chiunque,munito di solido pacchetto di amici firmatari, poteva candidarsi, e che chiunque munito d’un par d’euri poteva votare.
Sicchè in certi luoghi si son candidati personaggi mai visti in sezione o parenti del segretario locale; han votato preti,suore,cani da passeggio,avanguardisti con fez in testa,ascari del Maresciallo Graziani,italiani residenti all’estero mai iscritti all’Aire, sedicenni senza togliersi le cuffie i-pod nelle orecchie,evasi,latitanti,pregiudicati,rei in attesa di diventar pregiudicati,cittadini dell’Iran,del Quatar e dell’Oman,fieri portatori di quella democrazia che noi siam certi di interpretare al meglio.
Però,se ora si vuol candidare quello là di Genova che urla,allora facciam barriera : non perchè usiam due pesi e due misure, bensì perchè distinguiamo.

Un tempo eravamo gli unici intellettuali, gli unici a saper capire,gli unici a saper scrivere,gli unici moralmente irreprensibili, gli unici capaci di governare.
Sì, lo sappiamo: non è proprio così.
Però adesso smettetela di chiamarci imbecilli e teste di cazzo: o l’uno o l’altro,distinguiamo.

(State bene.
Ghino La Ganga)