Il paese dell’alcool (*1)

luglio 23, 2009

Ieri,in auto,ascoltavo radio 24.
Tema del giorno: l’ordinanza del Comune di Milano riguardo agli alcolici ai minorenni.
Un tizio ha sentenziato che gli alcolici sono importanti ( sic), ma che è più grave avere un premier che va con le prostitute e che viene sbeffeggiato dalla stampa straniera.
Il conduttore ha provato a ritornare sul tema del giorno: niente, l’ascoltatore continuava sul premier e le prostitute, perchè è reato.
Ogni tanto ridacchiava.
Il conduttore gli ha fatto presente che non è reato.
L’ascoltatore continuava a ridacchiare: a me non va bene.
Il conduttore gli ha chiesto : non le va bene che non sia reato o non le va bene che il premier vada con prostitute?
L’ascoltatore ha detto,un po’ confuso : non mi va bene.
E ha ridacchiato.
Il conduttore ha detto : senta, da alcuni giornali pare che Berlusconi non sapesse nemmeno che era una prostituta, e che quest’ultima abbia registrato tutto per ricattarlo.
L’ascoltatore era perplesso, ma continuava,ridendo sgangherato : non mi va bene,non mi va bene.
Il conduttore ha ampliato la domanda : mi scusi, non le va bene che la prostituzione non sia reato, non le va bene che il premier vada con prostitute o non le va bene che il premier sia ricattato da una prostituta?
La conversazione si è interrotta.

Ha chiamato un altro tizio.
Anche lui è partito con gli alcolici: è esagerato l’allarmismo, qua da noi si beve meno che da altre parti in Europa; però ad esempio in Germania se escono quattro ragazzi uno non beve perchè guida, da noi no, è un fatto di cultura.
Il conduttore era rasserenato: bene, parliamo del tema del giorno, finalmente.
Invece l’ascoltatore è partito dall’altra parte : a proposito di Berlusconi, vorrei dire che nel mio paese c’era un detto.
Quale?ha chiesto il conduttore,sospirando.
Quando stavamo seduti al bar, e vedevamo passare un vecchio con una ragazza giovane, dicevamo una cosa.
Cosa? Ha chiesto ancora il conduttore.
Una cosa…. dicevamo “ecco il vecchio puttaniere”. Così dicevamo.
Il conduttore ha azzardato: ma lo dicevate perchè sapevate che era un rapporto mercenario?
L’ascoltatore: no, lo dicevamo e basta. Vecchio puttaniere. E basta. Era così. Quando eravamo al bar.

Ho spento la radio.
Mi pareva di stare in un paese di ubriachi.

State bene.
Ghino La Ganga

Nota:
(*1) ispirato ad Augusto Tretti ed al suo “Alcool”,film del 1980 – finanziato dalla Provincia di Milano (pensate un po’) – che vidi grazie ad Anskij anni fa .