Tua senza ritorno.

marzo 30, 2010

 

Questa qui è la più pericolosa. Ne porta a vagoni perfino a se stessa, tanto che cadono le solidissime giunte di cui fa parte; però è  rapida a passarla: credevi che  fosse lì a farti un saluto perchè sei la sua avvocata,  invece zàcchete, in un minuto sei piena di scalogna, ne hai addosso un quintale. Perdi senza ben capire il perchè, nell’anno in cui la sinistra  è in crisi di voti, non ha mai vinto di così poco in Emilia-Romagna.

State bene.

Ghino La Ganga

2 Responses to “Tua senza ritorno.”

  1. ilmondodigalatea Says:

    Oh, ma siam sempre noi donne a portare sfiga???? E non ho capito, ve la portate mai anche un pelino da soli??? 😉

    • anskijeghino Says:

      …..ma in questo caso è una donna (Mantovani ) che l’ha portata a un’altra donna (Bernini). Per il resto,mai negato che esistano maschietti portasfiga. Ci mancherebbe.
      Inchino e baciamano.
      Ghino La Ganga


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: