Carla Micca.

giugno 11, 2010

  

Se colei che appare a destra nella foto, ossia colei la cui utilità non mi è mai parsa chiara, volesse finalmente rendere un servigino al paesello dal quale s’allontanò tanti anni fa per sfuggir sequestri estorsivi sardi – che col senno di poi pare esser stata una bufala dacchè tutti ‘sti denari non c’erano, altrimenti non si sarebbero dovuti vender castelli di famiglia – e volesse finalmente, dicevo, far qualcosa non dico di utile, non dico di importante, non dico di decisivo ( perchè un’esistenza priva di senso, condita di tristi passeggiate in passerella e mesti strimpelli di chitarrina, non è che si risolve in una botta e via, checchè la signora ne pensi);  ecco, dicevo, se colei che appare a destra nella foto volesse far qualcosina così, tanto per tentar di riabilitarsi un pochino, un pizzichino, un minimo; ecco, dicevo, colei a destra nella foto,  stasera stessa dovrebbe attendere quello lì a sinistra nella foto, stesa sul lettone, bella inguepierata da far rizzare l’aggeggio a un intubato;  indi, steso supino e ben ingrifato quello lì a sinistra nella foto, dovrebbe afferrargli con decisione i testicoli, strizzandoli a turno, prima il destro poi quello a gauche, intimando al contempo “nicolas amoruccio mio, vero che domani tu rendi noto nomi,cognomi dei piloti del cazzo e matricole dei mirage del cazzo che partirono dalla portaerei Clemenceau del cazzo il ventisette giugno millenovecentottanta e tiraron giù il dc 9 a ustica, e già che ci sei ti dichiari très désolé che sian passati solo trent’anni, offrendo all’Italie un risarcimento di quelli che fan venir meno ogni dubbio morale, tipo una finanziaria intera, che così Tremontì non scassa la minchia agli italièns? Così ti salvi la boule a droite; per quella a gauche, paghi un’altra finanziaria ai parenti delle vittime. Eh, Nicolas? Vero che lo fai, amoruccio mio, o dici adieù alle tue palline proprio adesso, à présent, biensùr?”.

State bene.

Ghino La Ganga