Un ricordo improvviso.

agosto 12, 2010

  

Io me la ricordo,quella volta nel 1987, quando Stefano Delle Chiaie venne tradotto innanzi alla Corte d’Assise di Bologna per essere interrogato sulla strage del 2 agosto 1980, e riferì che, mentre era latitante in sudamerica, lo avevano rintracciato due agenti dei servizi segreti italiani, che gli avevano chiesto se era disposto a tornare in Italia per fare qualche attentatuccio; e che, quando lui aveva chiesto loro quale fosse il progetto politico dei servizi segreti italiani, quei due gli avevano riso in faccia guardandolo come un povero cretino. Io me lo ricordo, il silenzio che ne seguì, in aula. Io me lo ricordo, che la domanda successiva che gli fecero cambiò completamente argomento.

Io me lo ricordo.

Io.

State bene.

Ghino La Ganga

2 Responses to “Un ricordo improvviso.”


  1. Ecco, io non la sapevo ‘sta storia. Grazie per averla scritta. Sono fotogrammi interessanti.

    • anskijeghino Says:

      per Galatea:
      Prego. Son ricordi, che ogni tanto vengon fuori. Giusto per ricordare chi siamo e da dove veniamo. Altro che rinascimento,risorgimento,eccetera. Inchino e baciamano. Ghino La Ganga


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: