Programma per Ariminum.(1*)

ottobre 29, 2010

Questa città va amministrata con cura, avendo le idee  ben chiare. Sicchè si devono seguire le inclinazioni naturali di questo territorio: turismo, spiaggia,mare, bagnini esentati iva, baristi esentati tutto, ristoratori specializzati in piadina con il sushi, camerieri in kimono che scaraffano sangiovese;  industria, industria siderurgica pesante, industria pulita e leggera, meccanica di precisione, meccanica purchessia, energie rinnovabili, discariche moderne , bioarchitettura, edilizia popolare con palazzi di  dieci piani; agricoltura, carciofi, bietole doc, zucchine chilometri zero, mercati ortofrutticoli rionali a fianco del supermercato, vino di qualità a trenta euro la bottiglia, vino di qualità a a un euro la bottiglia; eppoi pesca, caccia, artigianato, servizi, finanza, fiere, convegni politici, convegni sindacali, convegni di settore, convegni medici, convegni farmaceutici, convegni massonici, convegni di idioti, convegni di meno idioti, convegni sul più idiota d’Italia; eppoi sport, tempo libero,  eventi religiosi ;  bocce, tiro con l’arco, tiro con fucile (ma solo ai volatili in esubero), ciclismo singolo, ciclismo a squadre, podistica, riunioni scout, raduni alpini, mondiali di nuoto, festival del ballo, sagre popolari, feste di quartiere, schiaffo del soldato, morra, pentolaccia, rubamazzo, gioco dell’oca, campana, calcinculo, ta-ga-dà. L’economia locale va sostenuta di conseguenza: dunque, sì alle cooperative di sinistra, ma sì anche alle imprese della camorra, in quell’ottica di sviluppo congiunto che da sempre è il miglior volano possibile, tanto la sera si va tutti insieme nel primo strip-bar che si incontra, e le divergenze si appianano di colpo; perchè la figa è figa e hai voglia a nasconderlo, questa città è famosa anche per quello, non facciamo i puritani, chi non è stato giovane, chi non è oggi meno giovane, chi non guarda le tette di una, anche se è di pesaro, chi non salta cesenate è.

Se però, entro i primi cento giorni di governo,  non fanno don oreste  benzi santo e non gli intitolano sei strade e una piazza, eh beh:  allora sì, che mi incazzo davvero.

State bene.

Ghino La Ganga

(1*) riservato a chi abita tra il marecchia e l’adriatico, e voterà tra marzo e aprile 2011.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: