Transizione discontinua.

dicembre 7, 2010

 

 

“Pronto?”

“Oh…ma pensa te. E dove eri finito?”

“Eh…in giro. A sbattermi per far euri. Al solito….”

“Bravo…fai bene…bello sentirti….. ma come stai?”

“Bene,bene….ascolta…tanto è inutile che ci giri tanto intorno…dicono che l’incarico poi lo danno a te, no?”

“Sì…ah,vedo che lavori e lavori, ma le cose le sai…”

“Le so,le so….e senza far tanti giri intorno, so che vuoi far scelte nuove…..”

“Sì…..se ci riesco. Vorrei inserire qualche giovane, in gamba…… che m’han rotto il cazzo, ‘sti vecchi catafalchi da piazzare….comunque, sappi che da ieri sei il settimo o l’ottavo che mi chiama…..”

“…e che ha dei nomi da proporre. Bene, vedi: mi hai tolto dall’imbarazzo……”

“…ma certo, si sentiva quanto eri in imbarazzo…dài, fammi ‘sti nomi nuovi, sentiamo….”

“Allora: ci sarebbe Giulia. Giulia Pippalini.”

“E chi è?”

“Una bravissima avvocatessa matrimonialista. Una coi coglioni. Con due coglioni così. Come ti fa divorziare lei, non ti fa divorziare nessuno.”

“Io dovrei mica divorziare, ma fare un governo….”

“Eh, lo so. Ma una che ti sa far divorziare come lei non c’è. E una che sa far divorziare la gente, sa anche governare,dài retta. Vedessi come è stata brava a far col bilancino, tra le richieste della mia ex moglie e i miei soldi in nero rientrati con lo scudo fiscale…. vedessi come è stata brava. Roba che la mia ex moglie, se non c’era lei a bloccarla, mi aveva rovinato tutti gli investimenti…..dài, la Giulia Pippalini me la devi piazzare. E’ bravissima. Una così, poi, ti va anche sui giornali, in televisione… dài, ti conquista tutto un pubblico ….. al pomeriggio, in televisione……”

“Sì, sì, ho capito…vedrò. Poi?”

“Po c’è Stefano Ciccitozzi.”

“Chi? E chi è? Sarà mica parente dell’ex ministro…quello degli anni settanta….con ‘sto cognome….”

“Sì,sì! E’ il figlio. L’ex ministro l’ha avuto tardissimo,’sto figlio, quando era già quasi sessantenne…… un tipo vispo, l’ex ministro, sapessi quante se ne è ripassate!”

“E il figlio sarà il degno erede, immagino…”

“Bravo! Cioè: quante se ne ripassi, non lo so. Non è che ha donne fisse. Però è uno spettacolo….sempre far casino in discoteca, in Costa Smeralda….pieno di gente, sempre a far feste… su Facebook avrà cinquemila amici……dovresti leggere, che frasi belle sceglie per aprire la giornata….originalissime… tutto Oscar Wilde, Kraus, Byron….. gliele copiano tutti, le frasi che mette…. ”

“Ma che fa? Il pierre?”

“Ma va’ la’….nooooo… è un ragazzo in gamba. Si è laureato a trentaquattro anni, perchè nel frattempo lavorava …”

“Dove?”

“Credo al mare, in Versilia…..gestiva una bagno… poi un bar…..”

“E in che s’è laureato?”

“In Economia e commercio. Dài: uno così, minimo, lo metti a fare il sottosegretario. Lo vedi che figure ti fa fare, all’estero….”

“Perchè, parla pure qualche lingua?”

“Eh,ma certo. Inglese e francese. Francese son sicuro, perchè mi ha detto che ha anche studiato in Svizzera……durante la laurea…”

“Ah. Magari lo posso presentare  come un cervello che rientra…”

“Bravo: vedi che cogli al volo le opportunità che offrono giovani come questi? Oh, ma non andare a spiegare troppo, che mi sa che dal Ticino deve essere rientrato con una specie di foglio di via…..”

“Ecco. Benissimo. Ne terrò conto. Basta così?”

“Eh,no. Scusa, una volta che ti becco, fammi dire anche un altro nome. Barbara Tosteroni.”

“E questa chi cacchio è?”

“Come, chi cacchio è? Una che la devi vedere……una così, la metti lì,  e sei a posto. Restan tutti a bocca aperta.”

“E’ brava?”

“Brava è poco ……..è bravissima. Me l’ha presentata l’ex ministro Ciccitozzi, il padre di Stefano. La conosce bene,lui. Garantisce in pieno per ‘sta ragazza, anche più che per il figlio.”

“E’ laureata?”

“Che domande. Ma certo. In scienza delle comunicazioni a Milano. Bravissima. Io l’ho conosciuta un pomeriggio, son rimasto senza parole……”

“Eh,immagino. E che fa questa, nella vita?”

“Un po’ di tutto. Stage in tante aziende, sfilate di intimo, trasparenze…. credo abbia fatto anche la wing woman…….per quell’agenzia famosa…….parla tre lingue, eh? Mica storie…..”

“Sì, sì, ho capito…….vabbè…. dài, ‘sti nomi me li son segnati.”

“Ma ne terrai conto, vero?”

“Sì…sì…”

“Dài, cavolo…ci sentiamo così di rado…..e io mica ti chiedo mai niente……almeno il Ciccitozzi figlio, piazzamelo…..così suo padre è contento, ti mette a posto le cose anche lì, in quella zona dove abita….ti crea un consenso……”

“Vedremo…dài….”

“Dài, almeno dimmi che li terrai in considerazione…..”

“Ma certo. Anzi, fin da subito ti dico che Barbara Tosteroni ha qualche possibilità……”

“Ah,te….vedi,subito….ho capito, ti mando il suo numero di telefonino con un messaggino…va bene? Però il Ciccitozzi piazzalo. Dài…..cazzo,ci conto,eh?”

“Ci sentiamo. Manda quel messaggino. Ciao.”

“Dài,ci conto. Ciao.”

(In sottofondo, suggerisco l’ascolto di Barbara Streisand dei Duck Souce. State bene. Ghino La Ganga)