Estetica Riminese.

dicembre 30, 2010

  Dalla lettura di qualche giornalino locale, emerge che:

1) seimila riminesi vanno regolarmente dal mago (e ci lasciano una roba come circa tre milioni di euri l’anno), per sapere, nell’ordine: di amore,soldi,salute e guai giudiziari ; 

2) a Riccione un tizio di ventotto anni aveva una relazione con una di cinquantotto, e  a causa di questa relazione era stato emarginato dal suo gruppo di amici; sicchè, quando la cinquantottenne l’ha lasciato per palese scassamento di coglioni, a lui è presa una gran rabbia, tanto che ha rubato l’auto di una sua ex amica e l’ha abbandonata fatti seicento metri; solo che l’ha visto il fidanzato di st’amica, che l’ha denunciato; 

3) a San Marino uno trova i botti di capodanno che vuole, basta pagare e pum, fai una botta bellissima; c’è gente che ci lascia anche trecento euri per fare una  botta bellissima; solo che poi la botta ti porta via tre dita e tocca amputare, ha riferito il solito chirurgo paternalista della locale Asl.

In tutto questo, non so ben perchè, ho constatato una notevole coerenza estetica: rafforzata dal commento di un tipo che iersera, mentre con Anskij ed altri assistevamo a Tron-Legacy in una sala di Riccione, al momento della scena finale ove era inquadrato il solo protagonista , mentre mancava l’eroina femminile, ha chiesto a piena voce: sì, va bene, lui è salvo, ma la figa dove l’ha messa? suscitando il pieno consenso di quelli della sua corsia e della nostra .

State bene.

Ghino La Ganga