Conferma differita.

febbraio 21, 2011

Che se poi uno aspetta qualche ora, la conferma di certe sensazioni sgradevoli la riceve; eccome, se la riceve. Anzitutto, il vincitore dichiara che l’Italia è il paese che ama: voglio dire, trovatemi una partenza più lanciata di questa. Poi i primi tre che si congratulano con lui: Jovanotti-Zucchero-Antonacci, ossia un terno non solo di pensatori, ma di autentici luoghi comuni deambulanti. Indi  la collaboratrice storica: quella Ester Paglia, che confessa d’essersi prodigata per la vittoria di Vecchioni tanto, ma tanto, ma tantissimo; specie all’altoparlante di San Siro, ove ha fatto chiedere nel prepartita un televoto per Vecchioni, il cantante più amato dagli interisti.C’è poi la botta finale di Gabriele Ferraris, altro premio nobel, che dalle colonne de La Stampa così chiude la celebrazione del Roberto Vecchioni vincitore di Sanremo: Tenco,riposa tranquillo,sei vendicato.

Insomma, come dicevo: basta aspettare qualche ora. La conferma che siamo un paese del terzo mondo può perfino tardare. Ma arriva. Caspita, se arriva.

State bene.

Ghino La Ganga