C’è un prete tra noi.

febbraio 27, 2011

Oggi riporto le parole di Don Corinno Scotti, parroco di Brembate: “appena avrò conferma che il corpo ritrovato è quello di Yara, farò suonare le campane, perchè è salita in cielo. Gli angeli vanno festeggiati e questa è una festa”.

Don Corinno Scotti è colui che, intervistato a dicembre 2010, se la prese con i giornalisti perchè gli chiesero a quale Madonna faceva indirizzare le preghiere dei fedeli. Evidenziò dunque una qualche capacità di discernimento, che oggi pare ahimè aver definitivamente perso, dacchè sostituita da ‘sta gran smania di suonar campane a festa. A pensarci bene, la figura di questo povero pretino di provincia è la fotografia della Chiesa d’oggidì: i cui rappresentanti, al cospetto di immani tragedie e argomenti difficili, partono magari anche bene, esprimendo le migliori intenzioni di fratellanza e comprensione.  Poi finiscono a caciara, sparandole così grosse che non distingui un Don Corinno da un altro ometto, che giusto ieri sproloquiava di adozioni e coppie gay.

Lombardi entrambi, veh.

State bene.

Ghino La Ganga

2 Responses to “C’è un prete tra noi.”

  1. pio Says:

    ecco, sono un po’ imbarazzato perché sembra che vada a tirare a mano vecchie e sorpassate teorie lombrosiane: no, ma dico, li hai visti in faccia?

  2. wingwalker Says:

    lui ha scoperto cos’è un orco, ma io lo sapevo già, dio è l’orco e l’orco dio


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: