Buchi,tagli e amen.

marzo 24, 2011

“Oh.”

“Eh.”

“Niente……ho trovato dei Burri, e dei Fontana.”

“Toh, meglio che niente.”

“Eh, appunto. Tanto sull’arte povera han già fatto una megamostra e una mediamostra, quindi metter su dei Paolini, dei Merz o degli Zorio è del tutto inutile. Morandi, basta: ‘ste bottiglie han rotto il cazzo, alla quarta tela si incazza qualunque scolaresca in gita, figurati una comitiva di anziani a biglietto ridotto. Direi di far basta anche sul rinascimento, che ne abbiam pieni i coglioni. Caravaggio lasciam stare, ormai ce ne è una ogni tre anni. Di conseguenza, il seicento ha sfracassato i coglioni a tutti: ormai è tutto un Guido Reni, un Guercino, un Carracci…..”

“Già. Ch ci resta?”

“Eh…Burri. E Fontana. “

“Bravo. In sostanza : buchi.”

“E  tagli.”

“Giusto: buchi e tagli. Io dico: meglio di così, come lo rappresenti, lo stato dell’arte italiana?”

“Ah,è impossibile. Anzi: va benissimo. Come la intitoliamo? L’informale incontra lo spazialismo…no?”

“ Senti….. per me è bella l’idea di base. Buchi e tagli. Ci mettiamo anche un bell’amen finale. Dài, che se ci muoviamo, entro l’autunno l’abbiam pronta, e riusciamo a raschiar qualche coda di finanziamento….”

“Dài. Avanti, allora. Solo Burri e Fontana. Solo Buchi e Tagli.”

“Perfetto. Buchi,tagli e amen. Ci sentiamo,ciao.”

“Ciao.”

(State bene. Ghino La Ganga)

Annunci

Linguaggio maschile.

marzo 24, 2011

 

Parallelamente a quanto dedotto nel post che precede, credo che, alla vista della signorina qui sopra rappresentata – che di nome fa Sydney Moon e di mestiere fa la pornostar – qualsivoglia uomo di qualsivoglia estrazione, cultura, censo, condizione, zona di provenienza, autoveicolo guidato se posseduto, motociclo guidato se posseduto, fede calcistica, fede politica, fantasia cravatta se portata, fantasia papillon se portato, fantasia camicia se priva di cravatta o papillon, colore di capelli, assenza di capelli, riga nel mezzo, di lato, mancino, destro, ambidestro, riga di pantalone, pantalone senza riga, bottoni o gemelli, chiave o grimaldelli, spada o pistola, privatista o pubblica scuola, pronunzi un termine (preceduto dal suffisso : CHE) in genere composto da quattro lettere e principiante per effe, ma che può esser declinato in termini dialettali di pari o anche di più lettere dell’alfabeto, mantenendo tuttavia il medesimo, esatto, preciso signiFICAto.

Ooops.

State bene.

Ghino La Ganga

Linguaggio femminile.

marzo 24, 2011

Le ragazze di Arcore chiamavano Berlusconi “Mr. Big”, pseudonimo usato nella serie televisiva Sex and the city per definir il semi-fidanzato d’una delle protagoniste. Un importante riferimento culturale delle partecipanti ai bunga-bunga, dunque, pare essere una serie televisiva d’importazione, popolata di figure femminili irrisolte e tormentate, il cui unico sollievo esistenziale era costituito dall’acquisto di oggetti o dalla partecipazione a un cocktail party. In effetti, mi capita di sentire usare correntemente lo pseudonimo “Mr. Big”  per indicare un uomo che non ricambia appieno, o per nulla, le attenzioni della donna che così lo chiama. La cosa sorprendente è che si tratta spesso di donne ad alto livello di scolarità, che dichiarano di guardar poca tv, e  che mai hanno frequentato Arcore.

State bene.

Ghino La Ganga