Barbara forever.

marzo 27, 2011

Visto iersera con il solito gruppetto di amici “Silvio Forever” di R. Faenza, segnalo che la pellicola nulla di trascendentale presenta, risultando al più un collage di immagini e filmati solo in parte inediti.

Eccettuate, dunque, l’intervista iniziale alla madre Rosa Bossi in Berlusconi, e la visita di Gregoretti alla tomba Berlusconiana assieme al progettista Cascella, mi son parsi  di qualche interesse:

  1. un breve spezzone di Silvio e Veronica serissimi e compuntissimi a braccetto,con gigantesco mazzo di fiori in mano, nell’atto di recarsi camminando non si sa bene dove, forse al cimitero; scena che risulta esilarante al cospetto delle goliardate delle precedenti sequenze;
  2. alcune immagini della di loro  figlia  Barbara, che fin da piccola lasciava capire di poter diventare la fiera intellettuale d’oggidì, del tutto lontana dalla matronale pesantezza di certe sciure lombarde: ciò è senz’altro comprovato dalle poche foto di cui sopra, scelte tra le più intense.

 Resta inteso che ciò che mi preoccupa non è tanto che il Silvio risulti forever, ma che lo sia la figliola.

State bene.

Ghino La Ganga