A livello di ministro.

marzo 28, 2011

Lo slogan che campeggiava nei suoi manifesti elettorali era chiaro: Meglio eletto che nominato. Tuttavia, la nomina a ministro dell’agricoltura l’ha gradita. E’ dunque partito in quarta, come un vero un duro. Un duro  di quelli che, se son passati dall’Udc ai Responsabili, è perchè son bravi :  ha bollato come non informato l’estensore della nota del Quirinale – che faceva notare l’inopportunità della carica – dacchè egli è solo indagato, e non condannato, per mafia. Quando il Quirinale ha replicato, invitandolo a leggere la nota con più attenzione, s’è reso conto che il Capo dello Stato gli aveva dato dell’ idiota.  Sicchè s’è prodigato in distinguo : non credo la nota sia arrivata proprio dal Presidente Napolitano, con il quale ho un rapporto cordialissimo. Deve avere interpretato il rassegnato silenzio del Colle come una conferma. Infatti, da ierl’ altro, non si tiene più: io sono come Cavour, perchè anche lui fu ministro dell’agricoltura. E fin qui, passi: i resti della salma del conte si stanno ancora ribaltando, ma son tutti convinti siano  botti in ritardo di qualche  petardo del centocinquantenario. Intervistato oggi da Francesca Schianchi su La Stampa, in materia di quote latte, alla domanda “Ma chi ha prodotto troppo ha sbagliato o no?”, ha risposto :“Non è un problema di chi sbaglia e chi no. Per esempio, si sbaglia in funzione del superamento di un limite di quote assegnato: se quel limite fosse alzato, nessuno avrebbe sbagliato.”

Vedete. E’ tutto qui. Ha ragione lui. Il limite è troppo basso. In fondo è proprio per questo che ci vuol poco, a essere come Cavour.

State bene.

Ghino La Ganga

Solo per dire che dopo aver udito la canzoncina dei titoli di coda di “Silvio Forever” sono rimasto folgorato da due giorni che la canticchio contagio tutti quelli che mi incontrano dopo tre secondi cominciano anche loro a cantare Silvio Forever sarà / nobile e giusto / ci piace per questo ho scoperto che l’ha scritta Loriana Lana che è questa nella foto qua sopra quindi vorrei ringraziarla parlarle capire chiederle come si fa a scrivere queste cose qua spettacolari che uno le impara subito le canta immediatamente le ricanta le canta ancora non si stanca mai le canta sempre ma proprio sempre uno guarda la foto di Loriana Lana che ha il cognome a rima del nome e canta ‘sta canzone canta e ricanta è tutto meraviglioso .

State bene.

Ghino La Ganga