Fioretto di pasqua.

aprile 21, 2011

“Oh.”

“Eh….dimmi….”

“No, niente…..domani è venerdì santo…..”

“Eh. Lo so. Quindi?  Si va a messa?”

“Sì,sì…..io ci vado…..te?”

“Boh…..ma sì, ci vado. Ci vado perchè tra un po’ c’è la comunione di mia figlia, devo farmi vedere….sennò il prete rompe il cazzo, mi tocca rifar l’offerta…….”

“Ecco, a proposito……anche io l’ho fatta, l’offerta….”

“Bravo. Tanto c’è ‘sta pugnetta qui, che tocca far l’offerta. Però bisogna stare attenti, che se fai troppo lo sburone…. è un attimo, farsi prendere, fare i brillanti, tra pasqua e pasquetta….. ti van via gli euri come niente…..”

“Sì, è vero….infatti, dicevo, a proposito……. io son rimasto con pochi soldi……”

“Eh, càpita…..quindi?”

“Quindi da martedì, dopo pasquetta, faccio fatica a uscir dalla quaresima…..”

“Cioè?”

“Cioè,cioè…..vuoi non dare un senso alla fine della quaresima……che voglio dire, con quella figa brasiliana che è arrivata adesso, non so se l’hai vista….”

“Osta,cazzo….l’ho vista sì! Sul sito escortgnoccaspendi.com…… che schianto……bellissima……che mi sa che ci vuole un capitale……”

“Ci vogliono trecento euri l’ora…….”

“Cazzarola……son molti……. anche se mi sa che li vale, detto tra noi…”

“Li vale, li vale…..puoi dirlo anche in giro……che io dico: con una così, vuoi stare meno di tre ore?”

“Dì, se hai le forze…..i soldi…..”

“Io le forze ce le ho………che per la quaresima son stato un po’ più buonino del solito………..son gli euri che son pochi…..”

“Eh, me lo dicevi….quindi?”

“Dài, ma ti devo proprio dir tutto? Io pensavo : vuoi che a pasqua un amico non faccia un fioretto?”

“E chi è, st’amico?”

“Tu. Tu lo fai, un fioretto, vero?”

“Un che?”

“Un fioretto. Un’opera buona, che ti renderà merito. Mi presti un po’ di euri, mi aiuti a uscir bene dalla quaresima…..che è dura, uscir bene da ‘sta quaresima…..te lo sai, come è stata dura, ‘sta quaresima……. son stato più buonino del solito, dài…..”

“Ma io dico…..come cazzo ti vengon ‘ste idee di fioretti,a te…..”

“Vengono, vengono….tanto a messa ci vai anche tu………un fioretto per pasqua lo devi fare…….fai contento un amico, che ha tanto bisogno….”

“Eh, come no. Tanto bisogno di un fioretto……perchè esiste anche il fioretto carioca, adesso…..”

“Come sei pataca….un fioretto è un fioretto……..”

“Già…..ma non ti piacevano di più i fioretti ungheresi, a te? No, dico, mi pareva che fino a qualche mese fa…prima della quaresima……….ma anche durante………no?”

“Sei proprio pataca. Il fioretto non ha nazionalità. Il fioretto, quando è bello, è un fioretto. Dico, ma l’hai vista, che figa che è, quella brasiliana ? Dimmi tu se non vale un fioretto……”

“Ma tu dimmi…..la metti sul fioretto, adesso………”

“Ma certo. Anche perchè se tu fai un fioretto oggi, potrebbe arrivarti in cambio un dono, magari  a natale…..”

“Sì,sì…come no….arrivano senz’altro, i tuoi regali di natale… che adesso siamo ad aprile, son solo otto mesi…….”

“ Volano. Otto mesi, volano. Dammi retta. Dài, conto sul tuo fioretto. Un bel fioretto, eh? Dài…….prima della messa, fai il fioretto…..”

“Ah. Prima? Non va bene anche il lunedì dell’angelo?”

“Eh….no. Il lunedì potrebbe già essere tardi. Se uno vuol fare il fioretto bene, lo deve fare il venerdì santo , che è ancora quaresima e le banche sono aperte fino alle quattordici e trenta……”

“…che pataca….dài, vedo quel che posso fare….. roba da matti….io non lo so, te, come sei messo……”

“Siam messi uguali, caro mio. Credenti, perciò confidiamo nei fioretti. Dài, ci vediamo a messa. Con il fioretto.”

“….Vabbè….dài, ciao….”

“Bravo. Così risorge qualcosa anche a me. Ciao.”

 (State bene. Ghino La Ganga)