Sky generation.

maggio 12, 2011

“Uh.”

“Eh.”

“Trovato un sistemino per far due soldini…….”

“Dimmi un po’.”

“Avrai qualche amico molto ricco….”

“Sì……insomma….qualcuno che sta benino…..Carletto, per esempio….”

“Ecco,bravo….Carletto sta benino,che di ‘sti tempi è già una gran cosa. Bene. Mettiamo che a te servono diecimila euri…..”

“Cazzarola….bastassero diecimila……qua tra tasse, moglie, figli, donnine, noleggio suv, internet, connessioni, i-pad, i-madonna, pugnette varie, cari i miei diecimila…..”

“Vabbè, ma mettiamo per stavolta che ti servano diecimila euri……mettiamo…..”

“Eh. Vabbè, meglio che niente. Vada per diecimila. Ebbene?”

“Ebbene: fai chiamare Carletto da un comune conoscente, che invita sia te che lui a un certo bar dove siete tutti conosciuti . Arrivati lì, vi bevete un aperitivo, parlate del più e del meno, l’amico comune orienta la conversazione sui soliti argomenti campionato/coppa italia/tasse/figa/suv/beppe grillo/terremoto a roma/vacanze….le solite pugnette, insomma……”

“Eh. Poi?”

“Poi a un certo momento te tiri fuori un foglio e guardandolo distrattamente dici, in modo che ti senta tutto il bar : “tra l’altro te Carletto mi devi dei soldi in base a una sentenza che non hai appellato…..”

“Ma cazzo dici….quale sentenza….”

“Una sentenza. Non c’è mica bisogno che sia vera. Una sentenza. Sai quante sentenze si fanno, al giorno….che Carletto,poi, con tutta quella smania di andare in Brasile che c’ ha, potrebbe benissimo aver mancato una notifica…….così ha saltato l’appello……no?

“Cazzo….ma perchè?”

“Perchè così tutto il bar, e di conseguenza tutto il paese, sa che te devi aver dei soldi da Carletto.”

“Ma se Carletto si incazza e cerca di darmi una sberla lì, al bar?”

“Eh beh, l’amico comune che ci sta a fare? Lo blocca, con l’aiuto del barista. Meglio se fa anche un commento del tipo “certi malesseri sul piano personale non devono mai sfociare in forme di inciviltà pubbliche…..”

“Cazzo. Bella frase. E poi?”

“E poi sei a posto. Esci subito, senza bisogno di fa tanto chiasso, e lasci lì Carletto a smoccolare e contestare nel vuoto. Se il bar è di quelli che dico io, dove vanno a prendere l’aperitivo quei due/tre direttori di banca giusti, te il giorno dopo basta che ti presenti da loro, e hai un aumento del fido. Almeno di diecimila euri. Tanto garantisce il credito verso Carletto……”

“Osta….però. Ma come ti vengono certe idee…..”

“Mi vengono così…osservando in giro. Ovviamente, gli euri del fido possono essere anche di più. Così tu puoi essere carino e generono verso l’amico che ha organizzato l’aperitivo…..”

“…che magari potresti anche essere te…”

“Vedi che bastan poche parole? Oh, a che ora dico a Carletto di venire al Bar Vedifigoslumasorca?

“Ah……boh…..alle sette e mezza di domani…magari…no?”

“Mh. Siamo prudenti: facciamo alle sei e mezza, che quei due/tre coglioni delle banche sulla piazza sono lì belli seduti a cravatta slacciata….”

“Già. Hai ragione. Sei acuto….”

“Eh. Vedi. Ricordatene, tra qualche giorno. Dài, mi metto in moto. Ti messaggio la conferma. Ciao.”

“Aspetto. Ciao.”

 

(State bene. Ghino La Ganga)