Il governo ovunque.

maggio 23, 2011

Voglio dire: che la Lega si dimostri infine quel che è, ossia una banda di incasinati neanche tanto svegli, lo capisci dal fatto che pretende a malapena la collocazione di qualche sparuto ministero al nord. Un partito politico come dio comanda dovrebbe pretendere, almeno, un ministero a casa di un elettore estratto a sorte ogni cento abitanti, un sottosegretariato a casa di un elettore estratto a sorte ogni cinquanta abitanti, una direzione generale a casa di un elettore estratto a sorte ogni venti abitanti. Che poi, voglio dire: Anskij ed io è da quindici anni, che riteniamo sarebbe equo portare tutti gli italiani al governo. O almeno in parlamento, alla peggio : e senza mai aver immaginato di farli spostare da casa.  Invece ci tocca vedere all’opera ‘sti quattro dilettanti padani, perdiana.

State bene.

Ghino La Ganga