La fatica di un omino.

agosto 9, 2011

 

 

 

 

“Non vi sono maggioranze parlamentari diverse da quella attuale che possano essere ritenute piu’ disponibili al cambiamento. Nemmeno per sostenere ambiziosi tecnici che aspirano, senza fatica, ad un ruolo politico”.

Così ha sentenziato Maurizio Sacconi, in una lettera al Corsera. Beh, ha ragione lui. Ci vuole fatica, per costruirsi un ruolo politico. Bisogna rilasciare comunicati ogni giorno : puntando spesso, come ritornello, sul fatto che è in gioco la democrazia. Ma sì, ha ragione, Sacconi. Questo paese non ha bisogno di ambiziosi tecnici. Macchè. Ha bisogno di lavoratori come lui, che firmano appelli ai cattolici, affinchè essi sospendano il giudizio morale su Berlusconi. Del resto, come non dargli ragione? Questa maggioranza parlamentare si è rivelata molto disponibile al cambiamento: basta vedere con quale spirito di innovazione son state fatte le nomine a ministro. Basta pensare che è diventato ministro anche Sacconi. Uno che si impegna e che fa tanta fatica. E pensare che non gli ho trovato nemmeno una foto più grande, poverino.

State bene.

Ghino La Ganga