Appello libico.

agosto 24, 2011

Dunque: le donne non si toccano neanche con un fiore, sicchè la Rosaspina va rilasciata senza se e senza ma. Siccome scrive per il Corsera, trascinamento vuole che venga rilasciato immediate anche il collega di redazione Sarcina. Quanto al Monici: scrive per la Cei,lo so. Però nessuno è perfetto, anzi: egli si è già rovinato da solo. Sicchè non fategli altro male, via subito con i gettoni per chiamare di nuovo casa, suvvìa. Ma soprattutto: rilasciate immediatemente il Quirico, che il suo  Adua è scritto benone.  Eppoi, le botte le ha già prese un paio di mesi fa, quella vecchia pellaccia. Dai, libici: non fate i pataca proprio adesso, che siete in mutande. Avete ammazzato quel povero autista, che chissà mai cazzo c’entrava. Liberi tutti, subito.

State bene.

Ghino La Ganga

Chi meglio spende.

agosto 24, 2011

 

 

Mentre sfoglio i giornali, leggo che al Meeting di Rimini  i volontari di Comunione e Liberazione sono contrari alla reintroduzione dell’ICI sugli edifici ecclesiastici non dedicati al culto. A loro dire, infatti,tale esenzione fiscale è giusta, perchè porta denaro alla chiesa cattolica:  e meglio che dalla chiesa io i soldi non li ho visti spendere da nessuno (sic, un volontario ciellino abruzzese).

Leggo altresì dell’ospitata al Meeting di John Elkann, durante l’incontro Quali certezze in un mondo incerto (ri-sic).

Ebbene: sono deluso. Io snobbo John Elkann, mentre sarei accorso a vedere  e udire suo fratello Lapo. Una vera autorità in materia di chi spende meglio i soldi, nonchè una delle poche certezze viventi della nostra epoca. Che delusione, questi ciellini. Che delusione.

State bene.

Ghino La Ganga

Coglionello.

agosto 23, 2011

So che non è elegante, ma son due giorni che, quando penso a ‘sto qui, mi viene in mente come la dottoressa Nadia Cassini  pronunciava il grado di  Lino Banfi in un certo film.

State bene.

Ghino La Ganga

Pitoni senza voto.

agosto 23, 2011

 

 

A sostegno della mia idea di riproporre il sistema elettorale a voto plurimo, segnalo che il voto di una testa di cazzo di Lucca, Genova o Roma, che prima compra un pitone come animale domestico, poi va in vacanza, e lo lascia libero di scorazzare, non può valere quanto il mio voto, nè quanto quello di un lettore di questo blog . Se poi, tra i lettori di questo blog ,c’è qualcuno, di qualsivoglia parte d’Italia, che possiede un pitone come animale domestico, anche se lo tiene sbarrato sotto vetro, beh: ora ha chiaro cosa penso di lui.

State bene.

Ghino La Ganga

Meeting Brazil (*)

agosto 22, 2011

E’ stato dopo lo scroscio finale di applausi, che gli hai sentito dire al microfono: ora chiedo cortesemente agli agenti in sala di procedere all’arresto delle prime tre file. 

Sicchè ti sei svegliato di colpo. Era un sogno bellissimo.

State bene.

Ghino La Ganga

(*) omaggio al cinema di Terry Gilliam

Sanpa al trivio.

agosto 21, 2011

 

 

Secondo me, chi deve scegliere tra uno di ‘sti tre, comincia a drogarsi.

State bene.

Ghino La Ganga

El sabor de Espana.

agosto 19, 2011

 

 

 

 

 

 

Tenuto conto che a Madrid c’è la giornata mondiale della gioventù, che questa cosa fa diventare giovani tutti (Bagnasco dixit,mi pare) e che ci son lì pronti duemila preti a confessare, in altrettanti appositi confessionali disposti in fila, con garanzia di assoluzione per peccati gravissimi, perfin l’aborto, ebbene : m’è saltato il ticchio d’andar lì col primo volo utile, arrivare alla strada dei confessionali e infilarmi nel primo di essi, ammollare un ceffone al prete addetto, uscire al volo, infilarmi nel confessionale seguente e confessare la malefatta appena posta in essere, pretendere e ottenere l’assoluzione, uscire e infilarmi in quello seguente, ammollare altro ceffone, infilarmi in quello dopo, confessare e farmi assolvere, e via di seguito, in perfetta esecuzione dello schema uno sì e uno no. Giunto a fine fila, ricominciare invertendo lo schema, in modo da ammollare apposito ceffone a chi ne è rimasto privo nella prima serie, e ottenere assoluzione da chi è stato schiaffeggiato nella stessa. Pare che a un certo momento, tra chi confessa, si siederà perfino il Papa: e voi lo capite, che una cosa del genere fa di me un quarantaseienne giovanissimo, con biglietto aereo già in mano e le nacchere. Perchè le nacchere? Osta: si va in Spagna, cari Voi. Eppoi, il loro suono scandirebbe benone la sequenza: basta solo allenarsi un po’ in aereo, basta.

Ci si vede in aereoporto; state bene.

Ghino La Ganga

 P.s.: in sottofondo, suggerisco l’ascolto di Don’t let me be misunderstood nella versione dei Santa Esmeralda. Ma anche The Bull della Mike Theodore Orchestra va bene, dài.