La coetanea.

settembre 30, 2011

 

 

 

La conosci da una vita. All’inzio ti piaceva pure. Era carina, lo dicevano tutti. Col tempo, avvertisti che c’era qualcosa che non ti convinceva. Forse era stata quella volta, all’università, quando avevi detto che il Papa sparava delle gran cazzate. Lei t’aveva gelato: come cattolica ho il dovere di fermarti, stai bestemmiando. Era stato solo quel momento, però. In fondo, era una persona con la quale si ragionava. O almeno, così ti pareva. Poi c’era stata quell’altra volta, quando ti eri messo con l’Eleonora. Lei non la sopportava, l’Eleonora. Quando aveva visto che le ronzavi attorno, t’ aveva avvisato : guarda che l’Eleonora è solo un’opportunista. Tempo dopo, ti disse una frase simile a delle scuse: magari delle volte esagero. Non capisti a che serviva: la storia con l’Eleonora era finita, e non era stato per questione di opportunismi o altro. Nel frattempo, entrambi lavoravate. Proprio per  lavoro, l’avevi incontrata di nuovo: lei era tutta contenta, fortuna che questa questione la seguiamo io e te, così questi clienti si mettono d’accordo tra di loro. Col cazzo. Dopo due settimane, ti fece un numero da circo per via giudiziaria, cercando di mettere in difficoltà i tuoi clienti. Ti incazzasti. Lei disse che non avevi capito . Che esageravi. Cominciasti a pensare che quella vecchia sensazione di una volta fosse vera. Come quando in discoteca la sentivi criticare le donne che avevano molti uomini, e poco dopo valutare il culo dei ragazzi che passavano. Però subito dopo pensavi: tutti siamo incoerenti, in fondo. Lei non era un’eccezione: come tanti, andava a fare i pellegrinaggi nei santuari, e al ritorno pregava per trovare una peekaboo scontata. Sere fa l’hai rivista. Eravate in mezzo a tante persone, a una specie di festa. Mentre fumavi una sigaretta, si sono avvicinati due che conosci. T’han detto: non ci parli più, con lei?  Dicevano che avevate avuto una storia . Hai aspirato una boccata. Non sapevi che dire. Hai risposto, stanco. Sapete quante cose dice, la gente.

 (In sottofondo suggerisco l’ascolto di Snobbery and decay degli Act. State bene. Ghino La Ganga)

Annunci

Saepe sed non semper.

settembre 29, 2011

 

E’ interessante notare come il rassegnare le dimissioni  conferisca spesso, al dimissionario, una patente  di  onestà. Non sempre di intelligenza: specie se il caso è disperato.

State bene.

Ghino La Ganga

Urbi et orbi.

settembre 29, 2011

Governo battuto alla Camera sull’8xmille alla scuola pubblica

 

 

 

Oggi pomeriggio probabilmente  Bagnasco bestemmierà in diretta: stavolta, senza ombra di dubbio, sarà un richiamo  rivolto a tutti.

State bene.

Ghino La Ganga

Se fai quel mestiere.

settembre 28, 2011

 

 

Sarebbe opportuno che uno , che  fa il ministro,  anzichè sparar frasi a casaccio, facesse il suo mestiere: ossia  si prendesse la briga di verificare preventivamente, e rendere note,   le percentuali nazionali di falso contenuto nelle dichiarazioni sostitutive di notorietà e nelle autocertificazioni, rese dai privati in qualsivoglia sede. Perchè sennò uno pensa che sian percentuali così alte da non potere essere divulgate, e che certi individui aprano la bocca solo per darle aria ogni tanto.

State bene.

Ghino La Ganga

Mi ricordo fatture verdi.

settembre 27, 2011

 

 

 

Ciò che  mi stupisce non è tanto l’evasione in sè, quanto l’ammontare cospicuo;  mica lo supponevo, che la ragazza di Nell’aria lavorasse ancora così tanto.

State bene.

Ghino La Ganga

Sembravano.

settembre 27, 2011

 

 

Ieri sembrava una giornata come le altre. Poi è arrivato Bagnasco con quella sua voglia di purificare l’aria, ma senza parlare di pedofilia e conti bancari della magliana. Sembrava già una giornata piena: invece è arrivato subito monsignor Babini da Grosseto a dire che, comunque, è peggio esser busoni che puttanieri. Sembrava già abbastanza così. Invece è arrivato Lupi, a dire che è il contesto dello scontro politico a rendere tutto più difficile: sicchè è per questo che le parole del cardinal Bagnasco sembrano più dirette e pesanti, quello della Chiesa è un richiamo che vale per tutti. Ha chiuso citando Spiderman ed affermando che lui, tra la Chiesa e Berlusconi, preferisce la Chiesa.

Beh, sarà stato l’insieme della giornata: a me sembravano un branco di pazzi da rinchiudere, ecco.

State bene.

Ghino La Ganga

 

Aged.

settembre 26, 2011

 

 

 

 

                                                                                                                                                                                                                                                                                                        A pensarci bene, preferirei invecchiare come quello in alto a sinistra, che come quello in alto a destra.

State bene.

Ghino La Ganga