Botti di capodanno.

dicembre 31, 2011

 

 

Mettiamola così: sulla vicenda del San Raffaele, purtroppo, sapremo meno e molto rimarrà impunito. Però ci sono anni terminati anche peggio di questo, suvvìa. Se poi  quell’altro, a Opera, non si gingillava tanto con i cerotti, il 2011  rischiava perfino di diventare passabile.

State bene, buon 2012.

Ghino La Ganga

Annunci

Domandine di storia.

dicembre 30, 2011

Delle volte mi faccio delle domandine di storia. Ad esempio: Milton Friedman, chiuso in uno stanzino sotto allo stadio nazionale, con un cavo elettrico infilato nelle palle, le mani legate dietro alla schiena, gli occhiali rotti e i cocci negli occhi, coperto della sua urina e delle sue feci dopo giorni di impedimento ad andare in bagno, l’avrebbe scritta proprio con quel tono gioioso, la lettera di consigli liberisti del 1975 a Pinochet? Voglio dire: avrebbe aperto la stesura con quel ringraziamento entusiasta per come lui e la moglie erano stati ricevuti e trattati, al loro arrivo a Santiago del Cile?

State bene.

Ghino La Ganga

p.s.: il testo originale  della lettera è in rete, da qualche parte. Lo trovate senz’altro.

A tempo.

dicembre 29, 2011

Un’amica osserva che a volte frequento gente discutibile, e non si sa come io faccia. Tempo fa, forse avrei reagito male, combattuto tra due risposte estreme: o un vaffanculo diritto o un senso di colpa triste. Oggi no. Resto spontaneamente tranquillo. Le faccio presente che in realtà ho dei tempi di compagnia prefissati : ad esempio, con quelli che lei giudica infrequentabili trascorro una serata ogni due settimane, perchè poi appunto ho bisogno di recuperare calma e serenità nei quattordici  giorni nei quali non li vedo. Preciso che con il passare degli anni ho imparato  a fare così: ad esempio la Veronica e la sua compagnia ( amici più suoi che miei) li frequento una volta al mese, massimo: perchè già  dopo un’ora a cena insieme mi viene un mal di testa della madonna, e so che ventinove giorni di non frequentazione sono necessari, per farmelo passare. Non so spiegare se sia il risultato di anni di psicanalisi, che mi hanno portato a esercitare una sorta di emulazione :  io vado dal mio analista, gli rompo per bene i coglioni un’oretta con i cazzi miei, indi mi alzo, saluto e me ne vado.  Non so dirlo, davvero. Però con certe compagnie, da un po’ , dichiaro la mia permanenza in apertura di incontro: resterò con voi due ore, perchè dopo mi viene voglia di strozzare (dico indicandoli) tizio, caia, sempronio, mevia, e voi capite che non è bello.

L’amica mi guarda perplessa. Sarà perchè sono passate due ore, ho fermato l’auto, e le ho detto allora ci vediamo presto.

State bene.

Ghino La Ganga

Lui mica voleva.

dicembre 28, 2011

 

 

 

La cosa formidabile è poi leggere un comunicato stampa, nel quale il tipo in foto afferma che lui, di non essere neppure diplomato, lo aveva detto subito: furono gli altri, quei fastidiosi cattivoni, a insistere a bestia perchè facesse il capo di gabinetto. Oh.

Che c’entra la foto di Alexis Silver? Beh, non so se abbia un diploma, ma mi sembra giusta per aiutarci a sostenere  certe notizie. Ecco.

State bene.

Ghino La Ganga

Quattro in mezzo.

dicembre 28, 2011

 

 

La notizia è che Whitestudio Selection, Undesign Studioassociato, Boutique Antagonista, ( tre sigle per sole tre persone, par di intendere) sarebbero coloro che hanno disseminato di ceramiche e scritte in inglese la via dove abita Michele Vietti, noto intellettuale e giurista piemontese nonchè vicepresidente del CSM, provocando in costui e in chi lo scorta grande allarme e preoccupazione: tant’è che la strada è stata chiusa al traffico per ore, laonde investigare su eventuali  attentati terroristici. I tre uomini/sigla han precisato che manco sapevano che lì stesse proprio il Vietti, e che la semina di ceramiche e scritte era solo un modo per sensibilizzare i passanti sui problemi della cultura. Il Vietti, per replica, ha invitato i tre a scegliere altre forme di protesta meno cruente. 

Come diceva il mio allenatore, quando giochicchiavo a calcio da ragazzo: tre scemi non fanno una squadra, ma se incontrano un cretino, ci scappa almeno un centrocampo.

State bene.

Ghino La Ganga

Qui visse.

dicembre 27, 2011

Da ragazzo ha abitato a Rimini , ed è stato perfino premiato di recente dal Comune : mai s’è chiarito se per l’essersene andato, o per qualche altro motivo, sfuggito tuttavia ai più. Il solo  ricordo nitido, presso le genti di queste parti, è quel sorrisino perenne et stampato. Che non era chiaro se fosse da ebete, o da qualche altra funzione. Sfuggita  ai più  anch’essa, tuttavia.

State bene.

Ghino La Ganga

Partecipazione.

dicembre 27, 2011

 

 

Mah.

State bene.

Ghino La Ganga