Quelle che ti piacevano.

gennaio 3, 2012

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                                                                                                                                                                                                                   

La cosa carina di inzio anno, è constatare che certe ragazze che ti piacevano tanti anni fa – certune perfino coetanee –  nonostante frequentazioni del cavolo, band e canzoni sbagliate, depressioni, alcool, droghe, divorzi difficili, botte, risse nei bar, eccessi, urla e litigate, sfilate mancate, parti rifiutate, oggi sono tutte signore realizzate e  rispettabili. Che ancora sanno stare su un palco, ricordare un copione, interpretare parti in film importanti, psicanalizzare bambini, tenere rubriche di giardinaggio, ricevere ospiti a cena, pensare ai nipotini, risultare affascinanti. Anzi: qualcuna ci ha pure guadagnato, con l’età. Veh.

State bene.

Ghino La Ganga

Abcd di un anniversario.

gennaio 3, 2012

Tra i momenti significativi del passaggio alla moneta unica europea, avvenuto giusto a gennaio di dieci anni fa, ritengo opportuno ricordare:

a) il giornalista di un importante quotidiano economico, di origine meridionale, il quale durante un’affollata conferenza in un cinema dalle mie parti dichiarò, felicissimo: grazie al taglio del nuovo conio non si vedranno più promozioni subdole a 99.900 lire o a 9.900 lire;

b) il vicesindaco con delega alle attività economiche di un importante comune emiliano, che mandò la polizia municipale a controllare i prezzi ai mercati ortofrutticoli, e si trovò sul parabrezza dell’auto una busta contente un proiettile e un foglio recante la frase “fatti i cazzi tuoi pezzo di merda sennò un giorno ti svegli sparato. Firmato: degli amici” ;

c) alcuni funzionari dell’Istat, che nei primi anni di vita dell’euro facevano intendere di non essere in grado di capire cosa e come fosse aumentato, ma insomma: qualcosa era aumentato, toccava ammetterlo;

d) i rappresentanti delle principale categorie del commercio del comune ove assessoravo, i quali, quando li incontrai e annunciai controlli sull’esposizione dei  prezzi nelle vetrine, mi segnalarono che già avevo liberalizzato gli orari di apertura: dunque la finissi di fare il fenomeno, che non eravamo al circo (sic).

State bene.

Ghino La Ganga