Dietro al feretro.

gennaio 4, 2012

Leggo che al funerale di Don Verzè  il prof. Massimo Cacciari ha lodato il morto, sebben che poco limpido, per il suo indefesso attivismo.

 Ha citato Don Milani: solo chi ha tenuto le mani sempre in tasca le ha completamente pulite. 

 Ha aggiunto: ora la finiranno di pensare che Don Verzè era un Berluscones.

Ha ragione, Cacciari. I problemi di questo paese non sono nè Berlusconi, nè i berlusconiani. Anzi : non lo sono mai stati. Grazie all’attivismo e ai motti degli  esponenti cattolici, l’Italia  era già  un disastro da molto prima.

Perfetto, averlo sottolineato a un funerale.

State bene.

Ghino La Ganga