Primarie vere.

marzo 13, 2012

Amandha Fox

 

 

“Oh.”

“Eh.”

“Tu non sei voluto venire con noialtri a vederla in quel locale di Riccione, e lei ha vinto delle primarie a Taranto.”

“Una rappresaglia, tu dici.”

“Praticamente. Così impari.”

“Imparo a far cosa?”

“A snobbare l’unica candidata veramente vincente.”

“Mh.Però non sono state primarie serie.”

“Dimmi tu quali lo sono.”

“Vero. Ma a Taranto c’erano solo due candidate.”

“E allora? Perchè, a Genova quante ce ne erano?”

“Sì, ho capito: ma erano imposte dal partito.”

“Non vedo la differenza. Qui erano imposte dal loro agente.”

“Dunque dovevano perdere entrambe.”

“Questo accade solo nei partiti di sinistra, che non sanno fare le primarie. Se si impone come candidata una come questa qua, stai sicuro che vince. Non c’è neanche bisogno di grande organizzazione. Basta dirlo un po’ in giro. Arrivano a frotte, a votarla.”

“Beh, io mica l’ho votata, ad esempio.”

“Bravo. Stimati. Vantati in giro. Gasati. Ciao, pataca.”

“…ciao…”

(State bene. Ghino La Ganga)

 

 

Stare.

marzo 13, 2012

 

 

Vorrei che mi aiutaste a capire, se esiste un qualsivoglia obbligo di essere in pena per una persona che sta male: ma che mi sta anche, pesantissimamente, sui coglioni.

Grazie fin d’ora per il contributo che vorrete fornire.

State bene. Voi.

Ghino La Ganga