Paola Severino

Ha ragione lei: nonostante il suo cognome finisca per “o”, l’attuale ministro della giustizia è donna. Dunque, siccome su questo blog ero solito definire il suo predecessore con un certo sostantivo, d’ora in poi mi toccherà declinarlo in  “a”.

State bene.

Ghino La Ganga