Lo sguardo.

maggio 21, 2012

Matteo Squadrani

Stefano Venturi

Dovrebbero esser diversi come il giorno dalla notte:  Matteo Squadrani è un giovane  candidato sindaco a Coriano (RN) per Sinistra Critica ( non eletto nemmeno in consiglio); Stefano Venturi è un giovane consigliere della Lega, eletto a Rovato (BS) ma dimessosi giusto  ieri, per la frase demenziale sulle scuse per il  terremoto dovuto alla Padania che si staccava. C’è però qualcosa, oltre alla giovane età, a farmeli apparire simili. Troppo simili. Qualcosa che mi fa pensare che la media dei nuovi candidati alle amministrazioni locali sia questa. Sarà forse la maniacale cura nel caratterizzare le opposte immagini, a colpi di barbette, pizzetti, pochettine verdi ,  stelline rosse, cravattine allentate? Ma no. Forse è lo sguardo. Quello sguardo, in cui si può  leggere una formazione culturale modesta, piena di slogan già vecchi, di  bevute collettive intese come importanti momenti di scambio di idee, di pochi quotidiani consultati e di troppi siti di locali per aperitivi  visitati. Uno sguardo rivelatore di quel che pareva solo un luogo comune , ahimè rivelatosi fin troppo autentico : la politica la  possono fare tutti. Davvero tutti. Nessuno escluso. Sì, forse è lo sguardo. Che fa venire i brividi, a pensarci su.

State bene.

Ghino La Ganga