Drive.

maggio 17, 2012

 

 

Il problema non è tanto che ci siano quarantuno milioni di veicoli, ma che a guidarli in uno spazio ridicolo ci siano sessanta milioni di italiani.

State bene.

Ghino La Ganga

L’altrui.

maggio 16, 2012

adunata Lega

 

 

occupazione torre galfa a milano

 

 

Penso sarà impossibile fermare gente che grida al complotto quando la colgono a fregar denari pubblici, fintanto che esisterà gente che urla al sopruso quando la colgono ad appropriarsi di immobili d’altri.

State bene.

Ghino La Ganga

Incrocio.

maggio 16, 2012

 

 

Giri all’incrocio lentamente è in quel momento che un’auto sorpassa da destra quella che ti sta dando la precedenza invade l’incrocio inchiodi mentre dici guarda ‘sto imbecille suoni il clacson il sorpassatore inchioda anche lui sorride perchè ti ha riconosciuto è vero lo conosci è uno che dicono sia simpatico tu lo hai sempre considerato un imbecille fa cose da imbecille si esprime come un imbecille lo consideri un imbecille gli sorridi anche tu mantenendo il sorriso gli dici IMBECILLE lui ti sorride non capisce il labiale tu sempre a sorriso stampato con il dito lo indichi e sillabi il labiale TU SEI UN IM-BE-CIL-LE PROPRIO UN IM-BE-CIL-LE lui stupito non capisce probabilmente non può immaginare che tu gli stia dicendo così perchè lo conosci vi conoscete infatti sorride ancora però le auto dietro cominciano a suonare lo saluti fai il gesto che ti dispiace dovere andare via ma gli rifai la sillabazione labiale CIA-O GRAN-DE IM-BE-CIL-LE stavolta qualcosa ha afferrato  perchè mentre sgommi vedi che sta lì fermo non sorride più.

 

(In sottofondo suggerisco l’ascolto di ‘Noi non ci capiamo’ dei Soerba. State bene. Ghino La Ganga)

 

Il canonizzando.

maggio 15, 2012

Non mi è ancora chiaro cosa succederebbe, qualora saltasse improvvisamente fuori che uno, pur avendo conseguito la beatitudine, non è che in vita fosse proprio-proprio un santo-santo.

State bene.

Ghino La Ganga

A cassette.

maggio 14, 2012

Ettore Majorana

Mauro De Mauro

 

 

 

Visto che han trovato anche duecento cassette zeppe di ossa, e che a dire del Vaticano stesso alcune sarebbero  molto vecchie, non è che ne saltano fuori un paio appartenenti a  questi qua?

State bene.

Ghino La Ganga

Sepolture.

maggio 14, 2012

Adesso se dio vuole finirà anche  ‘sta storia, che non si possono seppellire criminali nelle chiese solo perchè un rompicoglioni una sera ha chiamato Chi l’ha visto.

Diamine.

State bene.

Ghino La Ganga

La scuola di Atene.

maggio 14, 2012

 

 

 

E’ deprimente constatare che non solo son comparse formazioni terroristiche ispirate a un recente  passato  cupo, ignorante, sgrammaticato e scassato: ma che esse si fan pure dettare azioni e comunicati da  formazioni terroristiche di paesi aventi un recente passato ancor più cupo, più ignorante, più sgrammaticato  e più scassato del nostro.

State bene.

Ghino La Ganga

Nani a Firenze.

maggio 13, 2012

 

 

Sei a Firenze per un matrimonio hai un paio di ore libere vai agli Uffizi con il biglietto prenotato in albergo entri alla biglietteria c’è scritto ingresso in realtà è l’uscita le scritte sono invertite per effetto delle porte scorrevoli che scorrono una sull’altra si sbagliano tutti ma loro col cazzo che risolvono il problema si vede che è bello poter dire al turista lei deve entrare dall’altra parte forse lo fanno perchè così si crea comunque una coda la fai commuti la prenotazione con il biglietto vero che ti dà diritto di fare un’altra coda anche lì ti puoi sbagliare perchè le code sono due una per i gruppi l’altra per i non gruppi ma il cartello è coperto così possono dirti lei deve entrare dall’altra parte forse lo fanno perchè così fai due code anziché un sola finalmente entri fai le scale per evitare le code agli ascensori percorri il corridoio stavolta le sale del trecento senese sono aperte le visiti è considerevolmente cambiato anche il fatto che il personale parla le lingue straniere nella misura di due addetti su quattro a fronte di nove turisti stranieri su dieci ti rendi peraltro conto che potresti prenotare in qualunque ristorante di Firenze a nome Pietro Lorenzetti o Simone Martini lo troverebbero un comune nome italiano come anche Giorgio Vasari non farebbero una piega non riderebbero cosa dice lei vuole scherzare nossignori nelle sale di Botticelli Piero della Francesca Leonardo c’è la calca caldo tutti a pigiarsi sulla nascita di venere sulla primavera sui ritratti dei montefeltro sull’annunciazione per non parlare del tondo doni di Michelangelo percorri il corridoio vai verso il fine cinquecento la carrambata è che grazie al contributo di una banca toscana han restaurato un dipinto del Bronzino raffigurante un nano di corte nudo la tela è double face il nudo davanti è frontale con il pisello coperto da una farfallina quello posteriore è appunto posteriore con culo in vista mentre ti stai chiedendo cosa può aver mosso una banca a pagare per restaurare ‘sta roba che stava in magazzino ti rendi conto che la sala è piena tutti a guardare il nano nudo è l’attrazione nuova degli Uffizi un gran successo tutti entusiasti del nano nudo del Bronzino invece le sale nuove dedicate alla pittura straniera son semivuote vai all’uscita fai un giro dell’ostia perchè l’han cambiata adesso ti fanno attraversare un bookshop da terzo mondo un ufficio postale un negozio di cianfrusaglie per terra cataloghi di mostre monografie su Leonardo su Raffaello polverosi sporchi alla fine esci nel caldo ti accendi una sigaretta devi andare al matrimonio magari se trovassi un nano che arriva e si spoglia davanti agli sposi li faresti tutti contenti una chiara citazione della recuperata arte classica italiana tutti felici tutti sereni finalmente si ricomincia a parlare di roba seria si difende l’Italia ripartendo dalle cose più vere più genuine un bel nano di corte nudo insomma sarebbe davvero una grande idea solo che dove cazzo lo trovi a Firenze un nano che si spoglia all’ultimo momento per gli sposi anche tu potevi pensarci prima porcamiseria.

(In sottofondo suggerisco l’ascolto di Cheyenne di Spektre, nella versione Uto Karem Remix. State bene. Ghino La Ganga )

 

Un blog serio.

maggio 11, 2012

Dora Venter

 

 

Un blog serio sa dare risposte giuste. Un blog serio elabora ragionamenti, anche quando i tempi sono difficili. Un blog serio esamina la situazione in modo non banale: cita saggisti innovativi, ipotizza soluzioni, cerca di far luce sugli aspetti più oscuri e controversi della società contemporanea. Un blog serio  pubblica solo post seri: gli autori del blog, infatti, si pongono sempre il problema di essere all’altezza delle aspettative dei lettori. Un blog serio crea perciò quel rapporto dialettico/maieutico che, da sempre, si instaura tra soggetti che discutono in modo costruttivo: poichè essi hanno  ben chiaro che si è, a turno, discepoli e maestri dell’interlocutore. Un blog serio è dunque quello nel quale i lettori sono  anch’essi seri, preparati, colti, attenti; sanno essere critici severi, ma giusti, aiutando in tal modo gli autori del blog a migliorare. Un blog serio, è serio per tutte queste ragioni. Ed anche perchè, quando la situazione è davvero critica, sa essere così pragmatico da offrire un antidepressivo visivo immediato, a basso costo, di sicura resa estetica, che può lanciare l’idea per una giusta distrazione fuori programma, allontanando le idee autolesioniste che, purtroppo, sono assai diffuse nel paese. Non mi riferisco al bel tempo, ovviamente.

State bene.

Ghino La Ganga

Pensatori.

maggio 10, 2012

Antonio Conte sostiene che lo scudetto della Juventus è come quello del Verona del campionato 1984/1985: i veneti vinsero contro tutti, anche contro chi cercava di fare giochetti poco belli.  Si è competamente scordato che nel  campionato 1984/85 proprio la Juventus chiese l’annullamento di un gol subito dal Verona, perchè l’attaccante Preben Elkiaer Larsen aveva calciato dopo aver perduto una scarpa.

In un’intervista, Pancho Pardi afferma che la politica oggi non ha memoria, in un elettorato giovane conta di più la mobilitazione istantanea, una certa indipendenza dai modelli precedenti : e noi rispetto a Grillo appariamo consolidati, vecchi, loro sono molto più frizzanti.”

Dimentico di ciò che ha appena detto, tre righe dopo dice: “I cinque stelle sono un fenomeno interessante, abbiamo verso di loro un’aspettativa senza pregiudizi; però l’alternativa la vorremmo fare nel centrosinistra, mentre loro ripetono sempre di non essere nè di destra nè di sinistra….”

Infine, c’è un’intervistina anche a Carlo Petrini. Parte lanciato: “Grillo è preparatissimo, sono stato a casa sua. Parla avendo alle spalle una mole di informazioni notevole, non uno o due libri. Lui divora, io non ce l’ho una formazione così intensa, per dire.”

Cinque righe dopo, però, precisa: “ La politica americana è molto più sensibile : dall’orto di Michelle Obama agli amministratori locali. Io parlo di questi temi ai sindaci di San Francisco e Sacramento. I nostri sindaci sono nella paura totale per l’imu…”

Riassumendo : un allenatore che cita quale esempio di sorpresa  proprio una squadra boicottata  capziosamente dalla sua; un politologo che  considera frizzanti i grillini, ma poco frizzanti se non guardano a sinistra; un bizzarro esperto di cibo ( non mi viene in mente altra qualifica) che, dopo essersi dato dell’ignorante da sè, si vanta di avere ammorbato sindaci californiani con fregnacce sugli orti. 

Su, ragazzi: chi è giovane, se la dia a gambe levate da questo paese.

State  bene.

Ghino La Ganga