Giochi a distanza.

settembre 7, 2012

Andrea Riccardi

Cane Muttley

Pare che, se un videopoker verrà posto a duecentouno metri da scuole, ospedali, luoghi di culto, gli italiani d’ogni età saranno totalmente al sicuro dalla tremenda brama di giocarvi.

Quando immagino che qualcuno possa essere entusiasta di una cazzata del genere, la prima faccina che mi viene in mente è quella del tipo in foto.  

No, non il  cane Muttley. L’altro. 

State bene.

Ghino La Ganga