Quel che ti manca.

novembre 6, 2012

 

 

Te lo chiedono, ogni tanto: ma non ti manca la tua ex?

La tua ex: non una qualsiasi, proprio quella ex lì.

A te vengono in mente i pomeriggi al’ikea quattro volte al mese, la visione compulsiva di E.R., i suoi nervosi pre e post mestruali, le sue antipatie a pelle per certi tuoi amici, il suo odio per le tue precedenti morose e la conseguente imposizione della rimozione del tuo passato, la dieta modulata che ti imponeva in certi periodi dell’anno, la sua pretesa che tu, che hai la manualità del gabibbo,ti trasformassi in bricoleur di prim’ordine. Ti vengono in mente  i suoi sabati interi dall’estetista e dal parrucchiere, la frequentazione delle tombole familiari a natale e la somministrazione delle uova benedette a pasqua. Ti vengono in mente le sue frasi, ripetute come un mantra: è tanto che non mi fai una bella sorpresa, mi devi far sentire tutelata, protetta, sai quello che mi fa felice e non lo fai, sai che se fai questo io sto bene dunque lo devi fare.

Cos’altro? Ah, già: l’intestazione a lei di metà casa a fronte del tuo integrale pagamento, la scoperta che i compensi di parecchie pratiche   finivano sul suo conto, la sparizione per tre settimane prima della separazione  di tutte le contabili bancarie e delle ricevute dell’amministrazione di casa; la somma a saldo e stralcio che le versasti in un’unica soluzione, per schiantarla senza tanti perchè, finirla una volta per tutte.

Te lo chiedono, ogni tanto: ma non ti manca, la tua ex?

Col cazzo, rispondi. Vorresti far notare che ‘sta domanda te la fanno quasi esclusivamente  donne: in particolare quelle  che consideri un po’ sceme.  Però non hai voglia di discutere sul tuo essere offensivo. Sicchè tronchi la conversazione, perchè hai fretta di tornare a casa tua. Ti manca tanto, da quando ci vivi da solo.

(In sottofondo: Chris Lake feat. Nastala, If you knew. Tutta, anche la parte strumentale a 2’15” della versione corta,oppure a 4’10” della versione lunga.  State bene. Ghino La Ganga)

Annunci