American Idiot (*).

novembre 7, 2012

Rick Scott Governatore della Florida

Ad ottobre, era stata dura far capire ai tuoi concittadini che, in diretta televisiva, avevi letto male quel cavolo di numero telefonico: credevi fosse quello per chiamare il centro assistenza contro l’epidemia di meningite che martirizza lo stato , invece era quello di una linea erotica.  A novembre, nella giornata in cui si elegge il Presidente Usa, la Florida da te governata mostra imbarazzanti problemi di conteggio: in serata han già tutti finito, persino il Minnesota, mentre dalle tue parti si arranca  tra oltre ventimila voti postali ancora da assegnare. Potresti buttarla sull’emulazione di un tuo predecessore, familiare di ben due presidenti: il casino che si fece ai suoi tempi servì parecchio alla causa del tuo partito. Ma è difficile, l’anno in cui il tuo stato non conta nulla. Sicchè  ti accorgi di quanto tu assomigli al Jim Carrey di Scemo+Scemo: senza capelli, tra l’altro.

State bene.

Ghino La Ganga

(*) omaggio ai Green Day.

Annunci

My own private Ohio.

novembre 7, 2012

cindy wilson

kate pierson

B 52s al completo nel 1980

kate pierson e cindy wilson oggi

So che oggi si dovrebbe parlar di tutt’altro : ad esempio, che l’Ohio ha deciso chi ha vinto, seppur non in modo unico. Lo so. Ma non ne ho voglia. Tutto quel che posso dire, è che gli Stati Uniti li ho sempre amati. E che tanti anni fa, quando ero quindicenne, amavo in particolare due loro abitanti, che cantavano in un gruppetto new wave di discreto successo, chiamato B-52S. Erano belle, sexy,simpatiche, strambe, talentuose. Oggi sono due affascinanti signore, un tantino sovrappeso. Ma chi se ne frega. Son sempre belle, per me. E le loro canzoni le ascolto ancora.

In sottofondo suggerisco la canzone del titolo, però con lo stato giusto.

State bene.

Ghino La Ganga