Fate bei sogni ( buon 2013).

dicembre 31, 2012

bottiglia stappata

 Ridendo e scherzando, senza tante primarie o parlamentarie, predellini o bandane, tecnici o professori, preti o confessori, mignotte o sfruttatori, gestori o buttafuori, noialtri son più di cinque anni che si scribacchia in questo nostro bloghettino. Se proprio dobbiamo confessarVi un rammarico, è di non averlo ancora dotato di quella bella cappelletta votiva che lo renderebbe definitivamente inattaccabile dall’imu: tuttavia, l’appoggio del Vaticano a Monti ci rassicura sul fatto che, quando sarà ora, la nostra paraculaggine verrà in qualche modo premiata. Vogliamo dunque ringraziarVi tutti per averci seguito fin qui, sperando che continuiate a farlo nell’incipiente 2013: anno che si annuncia  pieno di novità così belle,da  indurre a precipitosa fuga all’estero perfino chi già ci si trova. Per dirla con un noto (ed ex brillante) giornalista, auguriamo a tutti Voi di fare bei sogni : perciò stanotte, dopo abbondanti libagioni, addormentatevi   immaginando di coricarvi con due pornostar, mentre i Vostri soldi riposano sereni  allo Ior e i Vostri figli sono ad una  veglia di preghiera  organizzata da Luigino Berlusconi. Se poi Vi svegliate  la mattina dell’uno gennaio, scoprendo che avete domito con due bambole gonfiabili usate, che una  cassa rurale cattolica Vi chiede il rientro del fido entro il giorno due e che i Carabinieri della locale Caserma  han beccato i Vostri figli mentre si rifornivano di cocaina da un seminarista  : beh, non prendetevela con noi, ma con quel pataca che fa il vicedirettore di quotidiano a Torino.

State bene, buon 2013.

Anskij &  Ghino La Ganga

 

Chi congiurò?

dicembre 30, 2012

Berlusconi e fidanzata

Berlusconi e fidanzata

Azzardo dei nomi: chirurgo plastico, andrologo, dietologo, farmacista, truccatore, parrucchiere, ghost-writer.

State bene.

Ghino La Ganga

Rivalutato il tutto.

dicembre 28, 2012

Dicono che Patrizia Reggiani, dopo la separazione da Maurizio Gucci, si lamentasse della difficoltà di tirare avanti,  poichè ciò che le passava l’ex marito era una vera miseria: cento milioni di lire al mese, un mega appartamento in centro a Milano, uno al mare, uno sulle Alpi svizzere,  vari  benefits assortiti; utili, tuttavia, solo ad irritarla ogni giorno di più. Fu così che ella maturò l’idea di divenir vedova anzitempo: secondo chi la condannò per omicidio, la molla finale fu la vendetta per l’arrivo del divorzio, che per legge l’aveva fatta uscir dall’asse ereditario del Gucci.

Che c’entra tutto questo?

Beh, se fossi nei panni di uno che si è separato assai onerosamente in questi giorni,  nei prossimi  anni non starei proprio tranquillo tranquillo. Tutto qui.

State bene.

Ghino La Ganga

Dopo il bacio

dicembre 27, 2012

Resto a giocare con gli animali domestici, incompatibili per razza, indole ed età… uniti nello schermarla da quel presente terribile, del bambino che non viene, di uno sbaglio dopo l’altro. Già visti tante volte, poi le stesse parole:

“pensavo mi sarei sposata, pensavo avrei…”

64-1-402

La foto della madre, ancor più bella di lei.

Va detto: sono qui perché è piegata dal dolore.

Altrimenti gli occhi verdi, le spalle delicate, che le tremano… solo in questo posto maledetto che accartoccia i suoi abitanti posso godere del miracolo, dei capelli da ricevimento a Radio City Music Hall, delle sue gambe da dea dei boschi, di questo viso inconcepibile, evocato da un teatro a Wiltshire Blvd.

Vado a casa e penso: è amore?

Ho paura sia anche peggio.

Anskij

Se te le cerchi.

dicembre 26, 2012

Don Piero Corsi

Don Piero Corsi

Ha ragione, Don Piero Corsi: chi riceve botte e sevizie spesso le ha provocate. Ne tenga dunque conto e accetti le conseguenze, qualora qualche donna vittima di stalking si presenti alla sua parrocchia brandendo un nodoso randello e chieda di lui.

State bene.

Ghino La Ganga

cronometro

 

 

E’ dicembre ottantasette quasi natale sei sfidanzato da tre settimane sei sfidanzato nel senso che la Barbara ha definitivamente salubremente giustamente deciso di mandarti a fare in culo tu e le tue indecisioni del cazzo si è mai visto uno che a ventidue anni non ha ancora voglia di sposarsi dico si è mai visto uno che a ventidue anni non ha voglia di metter su famiglia casa bollette mutui Barbara dice che è roba da matti pensare che sei in pari con gli esami sei a posto sei di famiglia decente rispettabile insomma una vera testa di cazzo che a ventidue anni non pensa di metter su famiglia con moglie specie quando ha avuto la botta di culo di mettersi con una come Barbara che voglio dire una come Barbara dove la ritrovi brava studiosa figa carina tutta a posto ottima famiglia casa in montagna gente straperbene suo babbo l’anno prima dopo un mese che stavate insieme ti aveva chiesto per le scale senta lei quanto le manca a laurearsi dica un po’ che così capisco bene tu non avevi capito granchè salvo che insomma i genitori di Barbara stavano  lì con il cronometro heuer  della formula uno a vedere che tempi facevi sul giro dell’anno ed insomma nel millenovecentoottantasette l’anno dell’onda lunga del psi al quattordici percento del boom dei verdi della tenuta della dc degli anonimi democristiani del calo del pci dell’entrata in commercio dell’alfa 164 insomma in quell’anno lì eri a quasi fine esami tuttavia potevi anche far meglio te lo aveva fatto capire la mamma di Barbara da come ti salutava con freddezza insomma ‘sti ritardi nel dire a Barbara quando vi sposavate erano proprio inaccettabili Barbara te lo ricordava ogni tre giorni poi quando tu in novembre avevi dato il diciottesimo esame te ne mancavano quattro e non avevi detto a Barbara ecco adesso facciamo le pubblicazioni lei si era parecchio incazzata indignata per te andava bene aveva fatto praticamente tutto lei ti aveva detto ho capito molte cose è bene che non ci vediamo per un po’ tu però quel per un po’ l’avevi inteso come un mai più del resto lo sapevi già da allora che non hai mai capito un cazzo di come ragionano le donne per loro per un po’ significa che sei in momentanea libertà vigilata nel senso che entro sette giorni devi telefonare disperato a Barbara chiedendo la sua mano e indire una festa di fidanzamento per cento persone tu però non l’hai capita così hai solo capito che sei libero da tre settimane tre dunque è dicembre ottantasette quasi natale e tu sei in discoteca con la musica a manetta c’è mezzo mondo ciao ciao ciao auguri auguri auguri come stai come non stai bacino bacino c’è lì la Simo che non ti aveva ancora visto ti salta al collo ti abbraccia già che c’è ti mette le mani sul culo e dice forte agli altri sentite che bel culo sodo gli è venuto a ‘sto scemo da quando è da solo è in quel momento che da un angolo ti senti osservato è Barbara non hai mai compreso fino a quel momento cosa sia l’odio pieno schifoso assoluto mortale da quel momento però lo impari Barbara si è anche avvicinata per vedere meglio ha visto le mani della Simo sul tuo culo le risate degli altri è rimasta ferma lì odiandoti augurandoti una morte immediata assoluta oscena terribile senza funerale un colpo solo così secco tu resti fermo la guardi lei si allontana va dalle sue amiche che ti guardano schifate dure sei ancora lì fermo quando la Simo sorridendo dice occhei mi devi quantomeno una consumazione ti aspetto al bar si avvicina Piero nervoso frettoloso dice dammi le chiavi della macchina che vado io a nasconderla giù nelle vie per la discesa sennò addio gomme che la Barbara te le taglia dopo col cazzo che torniamo a casa stanotte mica ho voglia di passar le feste qui io.

(In sottofondo: Marrs, Pump up the volume. State bene e tanti auguri. Ghino La Ganga)

Nightmare before Christmas.

dicembre 23, 2012

Berlusconi da Giletti

Stanotte ho avuto un incubo, nel quale avevo settantasei anni, una faccia e dei capelli come questo in foto. Urlavo in faccia a  Giletti , cercando di nascondere che era per la sordità.

State bene.

Ghino La Ganga