Actarus era un ’65.

dicembre 16, 2012

calendario 1965

 

actarus e goldrake

 

 

Tra di noi che abbiam quasi la stessa età ce lo possiamo dire che magari ha ragione Cristina D’Avena a far serate con i Gem Boy dove salta fuori che lei è ingrassata la band di Mirco è finita più o meno tutta in galera e han venduto il gatto Giuliano tra di noi che di anni ne abbiam più di quaranta e poco meno di cinquanta ce lo possiamo dire che forse ha ragione Giuseppe Culicchia a raccontare di come le riviste porno e i modellini di astronavi han segnato la nostra generazione facendoci pensare che il massimo del progresso fosse già raggiunto inutile impegnarsi a far qualcosa di più tanto vivevamo nel migliore dei mondi possibile dicevo tra di noi che abbiam suppergiù tutti  vissuto quegli anni lì possiamo dircelo che alla fine ci aspettavamo anche tangentopoli ci aspettavamo tutto perchè lo sapevamo che le feste finiscono e restano solo i bicchieri di plastica mezzi pieni di sprite e mezzi vuoti di cocacola  le cassette con il nastro da riavvolgere ce lo possiamo dire tra di noi che ha ragione Aldo Nove a buttarsi sul filone romantico in fondo ha ragione lui andare al cinema con una che ti piaceva significava non vedere il film ma solo baciarsi e baciarsi passandosi le saila con la lingua solo questo nient’altro possiamo dircelo tra di noi che abbiam quell’età lì che forse ha ragione l’Annina Bernini la politica l’impegno non hanno alcun senso tanto vale rifarsi qualcosa ogni sei mesi il mento il naso le tette le ginocchia le orecchie le labbra le idee la casa la macchina il guardaroba quel che c’è insomma tra di noi ce lo possiamo dire che resti tra di noi ovviamente ma ce lo possiamo dire che l’importante è non crescere mai ma proprio mai mai mai.

 (In sottofondo: Alessio Caraturo, Actarus . State bene. Ghino La Ganga)

Annunci