Vittorie.

giugno 10, 2013

logo cinquestelle

 

“Oh.”

“Eh.”

“A  Scoreggiolo abbiamo vinto .”

“Stra-vinto. Cinquantotto percento. E a Inchiappetto? “

“Dilagato. Sessantun percento.”

“Adesso voglio vedere chi osa dire che non siamo in netta affermazione.”

“Voglio proprio vedere. Come quei quattro squallidoni che manco sanno dov’è Scoreggiolo.”

“O quei quattro ipocriti che fan finta di non sapere dov’è Inchiappetto. Ma dico io.”

“Guarda, è proprio una vergogna.”

“Una vergogna. Lo sanno tutti.”

“Tutti. Come tutti han capito che, se non fosse per noi, ci sarebbe la rivoluzione e e la gente sa il cazzo cosa voterebbe.”

“Sa il cazzo. Tanto poi è chiaro: chi è rimasto a casa, è perchè attende di poter votare via internet. Dunque, sta a casa perchè aspetta solo un modo più comodo di votare per noi.”

“Sacrosanto. Aspetta solo quello. Han voglia a dire. Questa è l’unica lettura possibile.”

“L’unica. Viva Scoreggiolo e viva Inchiappetto!”

“Viva!”

“Ora vado a festeggiare. Vieni anche tu?”

“Ma certo. Oh, come si arriva a Scoreggiolo?”

“Dunque…mi pare si debba prendere la statale, poi c’è la superstrada con l’uscita dedicata…”

“Ah,ecco. Altrimenti andiamo a Inchiappetto, che è anche più vicino.”

“Ah. Pensa, credevo fosse più lontano.”

“No, no. E’ vicino. Ci vediamo lì. Ciao.”

“Ciao, ci vediamo lì…. ma a Inchiappetto o a Scoreggiolo?…oh, ma dove sei andato? Oh… ma ci sei?…”

(In sottofondo: Talking Heads, Road to nowhere. State bene. Ghino La Ganga)

Annunci

Compari.

giugno 10, 2013

piazza di spagna

T’han chiamato ci si vede una pizza insieme è un po’ che non si fa saranno mesi anche più mesi forse un anno forse due insomma è tanto tempo adesso c’è da vedersi il pretesto è che forse si voterà forse no dunque bisogna almeno far quattro chiacchiere al telefono lo hai chiarito per l’ennesima volta  guardate che non ne ho più voglia loro han detto è lo stesso è solo per parlare un po’ di ‘sta situazione alla fine ci sei andato hai rivisto gli altri abbracci pacche sulle spalle  ma da quanto tempo non ci vediamo come cazzo stai dove cazzo eri finito  dài adesso parliamo di politica la pizza era buona le discussioni dalla roba seria  son finite ai ricordi agli aneddoti alle chiacchiere una del gruppo ha raccontato oh ma lo lo sapete che Sergio adesso sta con la figlia di Carlo e la moglie di Carlo sta con il cugino di Stefano e Carlo per rappresaglia sta sei mesi l’anno a Cuba dice che gli costa meno anche di calmanti  avete riso siete usciti attraversando il centro la piazza bella  le vie salutando chi c’era nella  luce pubblica fioca causa crisi fumando sigarette sparando cazzate ridendo in combriccola   vi siete fermati vicino a un monumento qualcuno ha voluto ancora parlare della situazione dei partiti l’hai interrotto con calma hai detto sapete a me non manca la politica anzi  per niente perchè ci rovinava le serate in compagnia belle come questa costringendoci a parlare di gente oscena con problemi assurdi c’è stato un momento di silenzio t’han guardato l’ex-ex-ex segretario provinciale espirando nicotina serio ha mormorato già.

(State bene. Ghino La Ganga)