Kazaki, indiani, italiani.

luglio 16, 2013

 mappamondo

 

 

 

“Oh.”

“Eh.”

“Niente, m’era venuta un’idea.”

“Di’ un po’.”

“Se io vado in India e dico che i due marò non sono italiani, bensì kazaki, li espellono subito?”

“Osta. Chissà. Si potrebbe provare. Ma tu ce l’hai una casa in India?”

“No. E perchè? Per andare in India e  dire che sono kazaki, bisogna avere una casa lì?”

“Pare di sì. Meglio se una casa per vacanze. Anzi: meglio di tutti se ti dichiari kazako e ti fai ospitare da un indiano ben conosciuto. Uno noto per  portare spesso  il turbante, insomma. “

“Ah,però. Mh. Mica facile. Adesso vedo come organizzare. Almeno provo.”

” Ma sì, tanto, ormai… però stai attento: il rischio è che dopo  espellano i marò e li spediscano  in Kazakistan.”

“Caz… e dopo?”

“Dopo, l’unica sarebbe tentare uno scambio: i due marò per mamma e figlia.”

“Cioè: si lasciano lì i marò e ci ridanno madre e figlia kazaka?”

“Più o meno. Dopo scoppierebbero le polemiche: perchè i marò  sono finiti in Kazakistan?”

“Già, perchè?”

“Perchè abbiamo recuperato madre e figlia dissidenti. Due kazake tornate in Italia, due marò restati  in Kazakistan. La gente deve capire che i problemi mica si risolvono pim-pum, eh…”

“In ogni caso, avremmo razionalizzato i problemi di politica estera: li avremmo tutti  con un paese solo.”

“Bravo. Così dopo si può tentare l’applicazione della tecnica di capra, cavolo e lupo.”

“Già. Si comincia con la capra, no?”

“Sì, lasciando lì cavolo e lupo. Poi di torna là, si preleva il lupo, si riporta indietro la capra e si preleva il cavolo. Da soli devono sempre restare  cavolo e lupo. Bisogna adattare tenendo conto che stavolta sono in quattro, e lasciare lì magari una kazaka e un marò alla volta.”

“Mh. Poi devo stare attento a non restare lì io, alla fine. Dai, comincio a muovermi per organizzare. Una volta portati qua, poi, li nascondiamo tutti a Scalea, dove ci sono appena stati quegli arresti.”

“Sì, giusto: un posto incasinato per gestire un casino internazionale va benissimo. Tanto, casino pù o casino meno, che vuoi che sia?”

“Appunto. Dài, comincio. Ciao.”

“Fammi sapere. Ciao.”

(In sottofondo suggerisco: Alex Gaudino, Destination Calabria. State bene. Ghino La Ganga)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: