C’era un ragazzo.

ottobre 2, 2013

beppe grillo

Beppe Grillo

Ai tempi preistorici nei quali giocavo malissimo a pallone, a volte capitava in squadra un tipo che conoscevo appena. Era bravissimo: gran controllo di palla, fiato e corsa, bel tiro. Era uno forte, in grado di segnare tanti gol. Poi c’era il rovescio della medaglia: era attabrighe, incostante. Segnava tre gol in una partita, poi per due partite se ne stava a polemizzare con i giocatori   avversari, specie con quelli seduti in panchina. A volte, mentre la  squadra attaccava e  aveva un corner a favore, oppure una punizione decisiva nella quale il tipo  avrebbe potuto far valere l’istinto di bomber, lui tornava a metà campo a discutere con un guardalinee per una rimessa laterale non data dieci minuti prima. Lo faceva in modo insensato, ad ogni momento cruciale. Finì che parecchi lo mandarono a fanculo: perse il posto in squadra, a favore di uno molto meno appariscente e polemico, ma assai concreto.   Se ci penso, mi viene in mente un personaggio di questi tempi. No, non Mario Balotelli. Un altro.

State bene.

Ghino La Ganga

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: