Pecorelle e latitanti.

luglio 9, 2014

Padre Mario Frittitta

Padre Mario Frittitta

Si è pentito di avere frequentato il clan Aglieri?

 “Rifarei tutto. Lo insegna Gesù: ‘Sono venuto per i malati, non per i sani.’ La mia missione è salvare chi si è perduto. Aglieri si era perduto e si doveva salvare. Ho seguito il Vangelo sono andato in cerca della pecorella smarrita. Aglieri e i suoi amici avevano centinaia di libri, da Teresa d’Avila a San Giovanni della Croce, pregavano tutti i giorni, facevano il digiuno due volte alla settimana.”

 

( E’ un estratto dell’intervista pubblicata a pag. 5 de La Stampa di ieri a Padre Mario Frittitta, accusato di favoreggiamento per le sue frequenti visite al latitante Pietro Aglieri, condannato in primo grado, poi assolto in appello e cassazione. Padre Frittita è stato intervistato sul caso della processione di Oppido Mamertina, ed ha affermato che il parroco del luogo va giustificato. Lascio a voi ogni commento, specie riguardo alla buona impressione di fedele che desta in Padre Frittitta un qualsiasi  latitante, qualora esibisca nel covo non le scontate immagini di Padre Pio, ma libri di Teresa d’Avila e San Giovanni della Croce, ed esegua digiuni bisettimanali nonchè preghiere quotidiane. Scusi Papa Francesco, sono pedante ma Lei si ostina a non rispondere: quando cavolo si fa  il prossimo gioco aperitivo? Cos’è, il villaggio vacanze non risponde come dovrebbe? E che diamine: qua c’è gente che ha pagato. State bene. Ghino La Ganga)

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: