So far tutto.

novembre 12, 2014

Vanessa Mae Vanakorn

Vanessa Mae Vanakorn

“Oh.”

“Eh.”

“Ci terrei molto a giocare a calcio in serie A.”

“Mh. Non mi risultava tu fossi bravo. Infatti fai un altro lavoro. E poi: hai cinquant’anni.”

“A parte che ne ho solo quarantanove, ho mandato delle foto di quando ne avevo sedici e tiravo delle botte che spaccavo le reti.”

“Più che altro spaccavi le balle a chi ti ascoltava. Ma ti han preso?”

“Mi hanno convocato ad uno stage. Una volta lì, qualcosa inventerò. Che so: porto mio nipote e mi nascondo dietro di lui. Ha solo quattordici anni ma è già più alto di me. “

“Bella idea. Io invece vorrei suonare il pianoforte nei locali.”

” Scusa, ma non fai il commercialista? E poi:  non sai leggere il pentagramma.”

“Quello è il meno. Non so nemmeno come sono le note. Però ho fatto un video che ho messo su youtube a mio nome, dove appaiono le mani di un mio cugino che strimpella.  M’han chiamato in un locale per far del pianobar.”

“Ah. Però, arrivato lì, si scoprirà il trucco.”

“Affatto. Ho pagato il direttore del locale: per il quaranta per cento della paga, chiude un occhio e un orecchio.”

“Beh, se va bene a lui, andrà bene anche ai clienti in sala. Invece: hai saputo di Franco?”

“Sì. Vuole mettersi a sciare ad alti livelli.”

“Ora: a parte che già lavora in Comune, non vede una mazza. Non è proprio cieco, sennò andrebbe alle paralimpiadi: è solo molto molto molto miope, ma non abbastanza da essere un ipovedente paralimpico.”

“Mh. E come farà?”

“Mette dei tizi a bordo pista che gli urlano quando deve infilare la porta. Un po’ come la guida  alle paralimpiadi.”

“Però non è  vietato nello sci normale. Con tutti quelli che urlano, un urlo più o un urlo meno…”

“Già. Vabbè, io vado a tirar qualche punizione. Devo sincronizzare la mia gamba con quella di mio nipote. Se riesco a stare esattamente dietro a lui, mica si accorgono che siamo in due. Eh.”

“Certo. Io invece vado a fare le prime note di Let it be. Son facili.”

“Bravo. Ci sentiamo. Ciao.”

“Ciao.”

(Ogni riferimento a quanto capitato alla ragazzotta in foto – sedicente violinista e sedicente sciatrice –  è del tutto casuale. In sottofondo suggerisco: Oliver, Fast Forward. State bene. Ghino La Ganga)

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: