Frontale e diretta.

dicembre 10, 2014

Mariangela Gualtieri

Mariangela Gualtieri

Com’è cambiata negli anni la sua scrittura?

Con il tempo ho capito che bisogna evitare la cerebralità e che la poesia del Novecento ha sofferto perché è troppo alta. Il mio sforzo è stato quello della semplificazione: dalla cripticità sono passata alla parola frontale e diretta.”

(E’ una delle risposte di Mariangela Gualtieri all’intervista di Claudio Cumani apparsa oggi su Il Resto del Carlino edizione Emilia Romagna, pagina 32. Posso solo aggiungere che anch’io passai repentinamente  alla parola frontale e diretta: ciò accadde tanti anni fa, quando per la prima volta assistetti ad uno spettacolo del Teatro della Valdoca nel quale si esibiva Mariangela Gualtieri. Prima di quella visione mi perdevo in mille definizioni, prosciugavo laghi di sostantivi e torrenti di aggettivi. Durante la visione di quello spettacolo, mi ritrovai di colpo a pronunciare ad alta voce solo una parola, molto forte e chiara. Una parola davvero frontale, e tanto, tanto diretta. Fu una rivelazione, quell’evento: non solo per me, ma anche per chi mi stava accanto di posto. Grazie a quella semplice parola, fontale e diretta, ricevetti parecchi complimenti. Perciò Ti ringrazio, Mariangela. State bene, Tu ed i lettori. Ghino La Ganga)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: