I pugni in mamma.

gennaio 17, 2015

pugno

( Post dedicato a Procellaria. Ma anche un po’ a Marco Bellocchio.)

“Oh.”

“Eh.”

“Avevo appena aperto una bella impresina in Svizzera. ‘Sta novità  dello svincolo del franco dall’euro mi sta sui coglioni: adesso i prodotti svizzeri risultano più cari e si venderanno meno. Voglio menare qualcuno.”

“Giusto. C’è Massimo, sempre lì pronto alla bisogna.Vai lì, attacchi briga, gli molli un bel cazzotto e vieni via.”

“Non c’è gusto, mi sono già scopato sua figlia un mese fa.”

“Bell’esperienza?”

“Insomma. Alla fine mica ‘sta gran cosa. Intanto, ti costa sempre quei settanta/ottanta euro. Poi m’ha detto che suo zio scopa meglio ed eiacula con più forza. Avrei voluto menarla, ma dopo se arrivavano i Carabinieri era un casino: lei non ha ancora sedici anni.”

“Ah, Capisco. Boh, che ne so: mena sua mamma, cioè la moglie di Sergio.”

“Già fatto, ma le piace. Se le arrivi un cazzotto dopo non te la levi per un mese: messaggini, telefonate. Perfino whatsapp, che voglio dire: c’ha ormai cinquant’anni suonati, è sempre lì a smanettare con l’i-phone.”

“Pensa te. Non ti resta che andare a menare  Guido. Da due giorni basta dirgli qualcosa su sua mamma, e lui parte a cazzotti.”

“Già. Beh, è cattolico. Se gli viene detto di fare una certa  cosa, lui la fa. Però è grosso, mica sta lì a prenderle e basta. Se mena fa male.”

“Mh. Giusto. Allora fai così: mena direttamente sua mamma. “

“Ehi, è vero. Ha quasi ottant’anni. Non dovrei avere problemi.”

“Sì, però stai attento. La sua badante ucraina sta con un tizio che è grosso.”

“Mh. Capito. Devo trovare il momento. Magari quando l’ucraina è fuori. Dico che sono del gas, entro  e vado giù  di cazzotti.”

“Prima però qualche insulto su sua mamma, deceduta trent’anni fa. Così lei si offende e risponde a sberle. Insomma: devi creare il pretesto.”

“Certo, certo. Dài, ora mi organizzo. Poi ti faccio sapere. Ciao.”

“Ciao.”

 (In sottofondo suggerisco: Adriano Celentano, Un pugno e una carezza. State bene. Ghino La Ganga)

Advertisements

One Response to “I pugni in mamma.”

  1. procellaria Says:

    Onorato per la dedica. Mi fa fatto molto ridere a ogni passaggio di livello nella scala della balordaggine.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: