M.amme I.taliane. L.eggermente F.rastornate

marzo 1, 2015

 

Maria Grazia Cucinotta

Maria Grazia Cucinotta

 

 

Sono tanti i giovani che preferiscono le donne mature?

Ci sono cinquantenni e sessantenni splendide che piacciono soprattutto ai ragazzi.”

E perché secondo lei?

Perché dopo i 40 anni si è donne e i giovani, affetti da autismo mediatico, non sapendosi relazionare cercano rassicurazione in un rapporto con un’adulta.”

(E’ la parte finale della breve intervista di Michela Tamburrano a Maria Grazia Cucinotta, pubblicata a pag. 17 de La Stampa del 20 febbraio 2015. L’argomento è l’acronimo americano M.i.l.f., del quale non sto a rispiegare il significato originale, perché tanto lo conoscete. A lasciarmi perplesso è l’assunto di Maria Grazia Cucinotta: ci sono donne ultraquarantenni, cinquantenni e perfino sessantenni splendide, ma se un giovane le desidera è perché è affetto da ‘autismo mediatico‘. Ora:  sono  quasi cinquantenne, ma devo essere autistico pure io. E perfino mediatico. Mica lo sapevo. Tuttavia, Maria Grazia Cucinotta è una delle poche splendide ultraquarantenni che non mi piace. Soffro pertanto di una forma di autismo mediatico davvero complicata, che mi  porta a non gradire le donne di spettacolo – splendide ultraquarantenni, ma anche splendide cinquantenni e splendide sessantenni  – che dicono sciocchezze.  Sarà grave? Mah. Chissà. Io però non sono tanto preoccupato. State bene. Ghino La Ganga)

3 Responses to “M.amme I.taliane. L.eggermente F.rastornate”

  1. procellaria Says:

    Concordo su tutto. Anche sullo scarso apprezzamento della Cucinotta. Bisogna però tenere presente che in caso di necessità, in mancanza di alternative valide, anche la Cucinotta potrebbe tornare utile, se sottoposta a un adeguato trattamento farmacologico

  2. procellaria Says:

    Credo sia necessario chiarire cosa intendo con trattamento farmacologico sulla Cucinotta. Si prende uno studente di dottorato e gli si dice di seguire questo progetto. Prendi tutte le sostanze psicoattive che riesci a trovare, tra cui ossicodone, mescalina, psilocibina, ecstasy, ketamina, etere etilico, anestetici fluorurati, benzodiazepine, barbiturici, modfinil, cocaina, anfetamine, LSD, ossido nitroso, tutti i farmaci usati per trattare condizioni di deficit mentale, antidepressivi, etc. Prendine almeno un centinaio e preparali all’uso. Poi prendi la Cucinotta e rinchiudila in una gabbia, ogni volta che apre bocca dalle una scossa con un pungolo elettrico per il bestiame. Se dovessi provare tutte le combinazioni possibili dei farmaci, il numero esploderebbe secondo la formula binomiale, quindi procedi con la strategia step-forward, ossia, prova singolarmente tutti farmaci e osserva se la Cucinotta presenta dei migloramenti. Tra tutti i farmaci usati nel primo step scegli quello che ha dato il migliore incremento di prestazioni della Cucinotta e mantienilo anche nel secondo step. Nel secondo step testa tutte le possibili coppie costituite dal farmaco selezionato nel primo step abbinato a ognuno degli altri. Scegli la coppia che ha dato le migliori prestazioni e procedi con il terzo step, in cui abbinerai alla migliore coppia del secondo step ognuno dei rimanenti farmaci. Scegli la migliore terna. Vai avanti con questo processo fino a quando osservi dei miglioramenti. Al termine prepara un paper da pubblicare su The Journal of Sexual Medicine dal titolo A Step-Forward Approach to Increase the Sensuality of Maria Grazia Cucinotta.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: