Tradotto dall’arabo.

marzo 9, 2015

 

Rima Karaki  zittisce  Hani al Sebai

Rima Karaki zittisce Hani al Sebai

 

 

Senti, pagliaccio: già mi devo mettere ‘sto cazzo di velo sulla testa ed accettare che tu ti presenti in collegamento con la barba da scemo, quel colbacchetto da stronzo e gli occhiali da ritardato. Se poi cominci a citare pure quegli sfigati delle Brigate Rosse italiane come esempio storico di terrorismo , il vaffanculo non è solo che te lo cerchi:  te lo meriti. Vecchio imbecille, fai anche l’arrogante? Ma vatti a fare esplodere nel cesso mentre ti fai l’ultima sega, sempre che ti si rizzi. Buonasera.

(Io questa donna la adoro. Sappiatelo e state bene. Ghino La Ganga )

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: