Occupy Riminy.

maggio 22, 2015

Laboratorio Paz sotto al Municipio di Rimini

Laboratorio Paz davanti al Municipio di Rimini

“Oh.”

“Eh.”

“Ho appena occupato la tua casa in via Covignano.”

“Osta. Perché?”

“C’è un’emergenza abitativa della Madonna. Ad esempio: non so dove mettere mia figlia. Chiama sempre i suoi amici a far festa e fan casino fino alle tre di notte. Da me stava diventando complicato e ho già un mutuo da pagare. Quindi adesso a casa tua c’è mia figlia con tre suoi amici.”

“Non è giusto. Adesso dove vado? Nella casa di Marina Centro?”

“Eh, no. Mia moglie te l’ha occupata da due giorni.”

“Scusa, e perché? Non sta a casa tua?”

“Ti ho appena detto che c’è un’emergenza abitativa della Madonna: lei e le sue amiche non sanno dove andare a fare pilates. In palestra costa troppo, han trovato ‘sta mezza sbandata di istruttrice  che glielo fa a domicilio per pochi euri. Solo che avevano bisogno di spazio, e la tua casa a Marina Centro è perfetta: c’è anche la vista sulla spiaggia. Meglio di così.”

“E io dove cazzo vado?”

“Ti attacchi. Vai con quelli del Laboratorio Paz e ti infili nel primo stabile che trovi. Non sono mai più di otto in totale, un qualche buco lo trovano. Però sono un tantino scarsi nel sorvegliare: di notte vanno tutti  a casa loro, lasciano lì solo  tre extracomunitari che dormono da ritti e  la Polizia li sgombera in un amen. “

“Io vado lì da loro e propongo di occupare casa tua.”

“Magari. Mi faresti solo un favore. Almeno così mi sbloccano la conversione della palazzina in residence per prostitute. Ci faccio due soldi e finalmente caccio di casa quell’idiota di mia figlia con qualche dote. E finalmente mi separo da mia moglie, sennò mi costa troppo.”

“Ma insomma: questa emergenza abitativa della Madonna la devo subire solo io?”

“Scusa, anche tu: organizzati. Finché ci sono in giro quattro scemi che occupano alla cazzo di cane devi farti occupare la casa. Tanto li sgomberano in due minuti e però tu intanto hai sollevato il caso della tua pratica urbanistica. “

“Mh. Vero. Però il Comune ha detto che adesso fa un bando per fargli gestire un centro sociale.”

“Uffa, sempre ‘sta storia. Tanto sappiamo come va a finire: loro al bando non partecipano. Dubito sappiano  scrivere la domanda. Oppure partecipano, magari vincono, ma poi non fanno il centro sociale. Fan dei buttasù di mezze feste, chiamano un rapper da terzo mondo e si ubriacano di birra calda.  Che vuoi farci? Del resto, son cresciuti a Rimini. Che pretendi?”

“Eh, già. Che pretendo? Almeno di entrare a casa mia.”

“Col cazzo. Ciao.”

“Ah, ciao.”

(In sottofondo: Orchestra Spettacolo di Raul Casadei, Rimini Rimini Rimini. State bene. Ghino La Ganga)

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: