Involuntary.

settembre 7, 2015

bambino-sulla-spiaggia

“Oh.”

“Eh.”

“Certo che ora ne fanno entrare. Almeno diecimila. Secondo alcuni, addirittura quindicimila.”

“Eh. Dopo quella foto del bambino, era il minimo.”

“No, non ci siamo capiti. Io mi riferisco ai capitali, da noi.”

“Aaah… il condono.”

“Quanto sei antiquato. Ora si chiama voluntary disclosure. “

“E’ un termine ambiguo. Quel voluntary mica mi piace. Infatti devo vedere se ho tutta ‘sta voglia di farla. C’è tempo solo fino al trenta, no?”

“Sì. Però magari c’è la proroga. Hai visto mai.”

“Magari! Che so:  schiaffando sui quotidiani la foto sulla riva del mare di un bimbo figlio di un evasore fiscale, si commuovono tutti. E prorogano.”

“Già. Però il bambino va fotografato disteso di schiena sulla riva, mentre sorride, con una bella scritta: vorrai mica togliere il sorriso a un bambino alla fine di settembre?”

“Certo che no.”

“Eh. Vedi. Così non ti possono accusare di sciacallaggio.”

“Assolutamente. Il bambino è lì, vivo. Sorride pure.”

“E’ solo la coincidenza temporale a provocare l’accostamento.”

“Peraltro mica è voluto. Eh.”

“Eh. Mica siamo dei cinici del genere, noi. Eh.”

“Bravo. Dài, ora cerco un fotografo e un bambino. Ci vediamo al mare più tardi.”

“Occhei. A dopo.”

(In sottofondo: Astor Piazzolla & Amelita Baltar, Las Ciudades. State bene. Ghino La Ganga)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: