David, i’m only crying.

gennaio 11, 2016

David Bowie

David Bowie

 

Era colto ed aveva una buona formazione teatrale: più dell’essere una delle tante rockstar sembrava gli interessasse  d’essere un artista. Questo  gli permise di rendere serio quasi tutto quel che fece, mentre a tanti suoi colleghi capitò spesso l’esatto contrario. Riuscì a saltar fuori dal glam rock londinese e ad infilarsi nella pre-new wave del periodo berlinese, passando in modo felpato attraverso il soul nero americano: anche solo questo gli vale una menzione nella storia della musica pop. Di lui ci restano decine di brani tra i quali non saprei scegliere il più importante, perché a renderli importanti era, alla fine, proprio lui. Una prova? Le tante cover altrui delle sue canzoni fan venir voglia di ascoltare i suoi originali; gli originali dei suoi colleghi fan venir voglia di ascoltare le sue poche cover di brani altrui. Addio, Duca. Sei stato un grandissimo ed oggi è un giorno bruttissimo.

State bene.

Ghino La Ganga

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: