Spiegatemi le donne italiane, per favore.

gennaio 18, 2016

Interiør, ung kvinde set fra ryggen

Vilhelm Hammershoi   ‘Interno con una giovane donna vista da dietro’  (1903-1904)

 

 

Le poche voci femminili italiane sui fatti di Colonia non hanno praticamente lasciato traccia. Sembra che quel terribile evento non abbia scosso l’universo femminile italiano più di tanto. Non capisci quale sia il motivo, poiché il fatto è grave. Poiché da esso risulta che per troppi uomini una donna è solo un animale da aggredire,  maltrattare, stuprare. Anche sabato sera a cena in gruppo con gli amici  e le amiche: queste ultime non ne parlano affatto. Come non se ne è parlato o quasi nei giorni scorsi. Anche se tu hai provato a sentire la loro opinione è come se non ne volessero parlare. Dopo cena sul tardi torni a casa. Su Rai Tre c’è l’ultima parte del processo Tarantini a Bari.  E’ in corso l’audizione di tal Cinzia Caci milanese di origine siciliana alias Maria Sole.  Dichiara che per dieci anni ha fatto la escort come una vera professionista. Risponde alle domande senza problemi. Si esprime con proprietà di linguaggio. Con calma spiega che la sua tariffa era di mille euro all’ora. Che gli incontri con Tarantini e Verdoscia erano singolari: i due in pratica la pagavano, poi si rimbambivano di cocaina  senza far più nulla. Ciò l’aveva molto colpita perché lei è salutista. Li osservava e non capiva come potessero due ragazzi giovani ridursi così. La tipa ti risulta simpatica. Pare avere ben chiaro chi è  cosa fa e cosa faceva. Non si nasconde dietro alle apparenze e non fa giri di parole. Sembra una donna sicura. Solida. Una donna equilibrata. E’ solo dopo che apprendi che si è costituita parte civile contro gli imputati per ottenere da loro un risarcimento dei danni. Le domande degli avvocati difensori dei due imputati chiariscono che la tipa è stata sempre e regolarmente pagata. Che accettava liberamente gli incontri proposti nelle telefonate intercettate. In effetti la signora risponde tranquilla: chiarisce che è sempre e solo stata a letto con i due imputati e mai con altri da loro presentati. Tra l’altro confonde i nomi dei due imputati ed afferma sorridendo :  a malapena ricordavo i nomi dei clienti perché  nel mio lavoro la riservatezza era importante.  Così dice ai Giudici. Sicché il Tribunale nella sentenza  respinge la sua domanda di risarcimento al pari di quella di Patrizia D’Addario. In effetti non è agevole per il Tribunale stabilire in cosa sia consistito lo sfruttamento lamentato dalle parti civili. Non lo è nemmeno per me che sto a casa seduto davanti alla tv.  Non capisco come una donna escort  che accetta mille euro all’ora per avere rapporti sessuali con un uomo possa poi chiedergli i danni per essere stata sfruttata. Al contempo però non capisco come una donna giornalista  che apprende dello stupro di una donna non urli forte la sua rabbia.  Forse però sono proprio io che non capisco. Che non arrivo a capire. Dunque ho bisogno che qualcuno mi spieghi bene e con calma certe cose. Ad esempio: posto che  questo Paese non è più quello di Lina Merlin, qualcuno mi spiega cosa sono diventate oggi le donne che ci vivono? Ve lo chiedo per favore. Grazie.

State bene.

Ghino La Ganga

Annunci

4 Responses to “Spiegatemi le donne italiane, per favore.”

  1. uoitiua Says:

    Mille euro all’ora? Estremamente care, senz’altro.


  2. Cosa si aspettava? Mica erano israeliani i violentatori. In quel caso avremmo avuto donne [e uomini] in piazza, campagne di boicottaggio, flottiglie e chi più ne ha più ne metta.
    E poi c’è la Mannoia che non perde mai l’occasione per illuminarci con il Mannoiapensiero
    http://m.huffpost.com/it/entry/8989144

  3. margherita Says:

    ma nn esageriamo Ghino…. forse è perché non crediamo troppo a ciò che i giornalisti ci vogliono raccontare, o forse perché se sali sul bus 64 a roma e non trovi posto a sedere, ti ritrovi sicuramente con una mano sul sedere, o forse perché in ogni occasione in ogni ora del giorno, devi dimostrare che hai le palle, altrimenti sei catalogata come sciacquetta – escort, e forse siamo anche stanche…o forse è perché colonia è solo strumentalizzazione contro gli immigrati. NB pessima l’associazione escort – colonia veramente fuori luogo. NB: qualche anno fa a me ed una mia capitò la stessa cosa: venimmo accerchiate da un gruppo di 14 enni che ci toccarono e scapparono, ed eravamo in pieno giorno a Parigi.

    • anskijeghino Says:

      @margherita:
      allora vediamo di non esagerare entrambi.
      1) Il mio stupore è che di Colonia si sia parlato troppo poco, così come si parla troppo poco di violenze sulle donne: se i paesi arabi sono quelli nei quali quelle violenze si compiono in virtù di una sorta di autorizzazione culturale, ebbene, io mi aspetto che siano proprio le donne di quei paesi a reagire per prime e a porre il problema con forza, altrimenti di casi come quello – secondo me assai brutto – successo a Parigi a Te ed alla Tua amica ne avremo pure troppi; voglio sperare che almeno Tu e la Tua amica abbiate denunciato il fatto al primo flic incontrato, altrimenti quei 14enni continueranno da adulti a ripetere lo stesso squallido schema con altre donne che passano da quelle parti;
      2) la citazione del caso escort è dovuto al seguente fatto: ritengo che una donna sia libera di fare ciò che vuole con il proprio corpo, e se ti aspetti giudizi morali hai sbagliato blog e puoi andare a visitarne altri. Mi sorprende, semmai, che dopo averlo concesso per denaro quella donna si dichiari sfruttata e chieda un risarcimento, facendo diventare l’esercizio della sua libertà la base per una strana forma di ricatto da medioevo: quel medioevo dal quale sarei felice che, invece, fossero proprio le donne libere a farci uscire;
      3) non ho mai considerato una donna libera sessualmente, o moderata caratterialmente, come una sciacquetta/escort (parole Tue): mi sorprende molto che a palesare una simile idea sia proprio una donna. Cioè Tu.
      Stai bene.
      Ghino La Ganga


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: