Je suis une gaufre.

marzo 22, 2016

bandiera-belgio

 

Adesso comincerà la  parata tragicomica: bandierine belghe sulle peggio facce da culo di facebook, candeline del cazzo alle finestre, selfies idioti con l’Atomium o il Manneken Pis a far da sfondo, preghierine insulse via whattsap, frasi deliranti su come è bella Bruxelles anche se non ci sono mai stato, sospiri via twitter su quanto è buono il cioccolato belga nel gelato (rima). Ovviamente, appena ci saranno controlli più severi, scatteranno tremende proteste libertarie da parte di gente per la quale occupare la casa altrui è un’espressione artistica.  L’Europa di oggi è questa, bandierina dopo bandierina.

State bene.

Ghino La Ganga