Coccodrilli.

aprile 13, 2016

gianroberto casaleggio 2

Ora cominceranno i coccodrilli:

ci ha lasciato ma dobbiamo continuare per lui;

domenica tutti a votare come lui avrebbe voluto;  

dobbiamo essere più convinti ed uniti sennò lui dall’aldilà piange;

volevo chiamare mio figlio Beppe ma lo chiamerò Gianroberto;

io invece lo chiamerò direttamente Casaleggio;

adesso che è morto,  in suo onore validatemi la lista:  siamo quasi tutti incensurati.

Quando muore un rappresentante politico sul quale non sono emersi  gravi scandali  va sempre così:  pianti, santini ricordo, fiaccolate, documentari celebrativi. Successe anche nel giugno 1984: alle  elezioni europee, un Pci in forte crisi raggiunse il suo massimo storico.  Lo chiamarono “effetto Berlinguer” , attribuendolo alla scomparsa del leader avvenuta pochi giorni prima in un comizio a Padova. La gente votò pensando al caro estinto e si dimenticò che sarebbe stato sostituito da Alessandro Natta. Resta da capire se oggi la gente può dimenticarsi di Rocco Casalino.

State bene.

Ghino La Ganga

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: