Il Principe.

aprile 21, 2016

 

 

Che non fosse solo un bullo di colore nato a Minneapolis, cominciò a capirsi nel 1984 con Purple Rain. L’album conteneva un po’ di tutto, dal funk incazzoso  ballabile al lentaccio alzatore di accendini. Nei suoi primi video e spettacoli dal vivo il carnevale era assicurato: le giacche fluorescenti con le spalline da commodoro imperversavano sul palco, lui con la chitarra ci dava dentro come un matto, manco fosse un Jimi Hendrix redivivo eppure più tarantolato. Alla sezione ritmica stava Sheila E, la più musicalmente talentuosa delle tante superfighe che lo circondarono negli anni: trovatemi un maschio etero che non avrebbe desiderato farsi accompagnare, oltre che da lei,  da Apollonia Kotero, Vanity ( anche lei scomparsa, ahimè), Jill Jones, Sheena Easton, Carmen Electra,  e farle pendere dalle proprie labbra mentre componeva una hit dietro l’altra, quasi disinteressato; oppure, mentre editava il video di Sign O’ The Times mettendo in scena solo le frasi, con le nude e semplici parole sullo schermo, quasi una presa di distanza dalle stravaganze visive del decennio ’80 che pure lo vide affermarsi. Il seguito fu  difficile: venne preso da un’iperproduzione compulsiva, provocò e subì varie rotture con la casa discografica, ebbe quella stramba idea di farsi chiamare TAFKAP –  acronimo che doveva ricordare come si chiamava un tempo, e come non voleva più farsi chiamare per non avere beghe contrattuali – e poi solo The Artist. Il talento era lo stesso, la sintonia con il pubblico invece era parecchio calata: continuava a scrivere bei brani alternati a cose assai modeste, sicché molti cominciarono a disinteressarsi di lui e a perderlo di vista. Compreso me, lo confesso. Addio, Principe: non sei stato costante, ma sei stato importante.

State bene.

Ghino La Ganga

Advertisements

One Response to “Il Principe.”

  1. Don Says:

    “non sei stato costante, ma sei stato importante”
    Che bella!

    Lo vorrei anch’io come epitaffio


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: