Giorgio e i suoi giochi.

maggio 30, 2016

Giorgio Gori

Giorgio Gori

 

Il ragazzo si formò tra Retequattro e Canale Cinque, transitando per Italia Uno: e mica in anni qualsiasi. Erano gli anni nei quali si discuteva della tv responsabile di Karl Popper ma si invidiava quella scatenata di Paolo Romani, in perenne dubbio tra il comporre il numero di Telefono Azzurro oppure l’uno-quattro-quattro di qualche linea erotica. Il ragazzo, pur conservando l’aspetto di bravo giovane pulito, educato ed agescizzato, decise di assecondare ciò che il pubblico bramava: grande spazio dunque alle ragazzine in slip bianchi  di Non è la Rai ed al Fiorello in giacca aragosta del Karaoke . “Uno come Giorgio Gori me lo poterei proprio a letto“, era solito urlare il talento siciliano: e pensare che invece ce lo portò Simona Ventura, sostenendo d’aver intrattenuto  col Giorgio de quo una relazione “al 70% cerebrale” (sic). Poi venne l’era della casa di produzione Magnolia. La televisione responsabile di Popper e quella creativa di Freccero se ne andarono definitivamente a fare in culo, sostituite da una completa rilettura della Società dello spettacolo di Debord. Il Gori scopri infatti che tale testo, al pari degli scritti di Don Bosco, si presta ad essere reinterpretato secondo l’improvviso  ghiribizzo del lettore. Se dunque una mattina ti svegli editore lo leggi in un modo, ma se la mattina dopo ti svegli  politico  lo leggi in un altro. Sicché giorni fa il nostro, svegliatosi nelle inaspettate vesti  di Sindaco di Bergamo, ha deciso che il gioco fa male ai suoi concittadini. In città non si potrà dunque  giocare  a slot machine né comprare  gratta e vinci all’ora di colazione,  pranzo e cena. Esente da limitazioni orarie  il Bingo: non per la sua origine D’alemiana, bensì per il suo valore di gioco di compagnia (ri-sic) . Perché la scelta di quegli orari? Beh, che domande. Così uno sta con la famiglia e si dedica alle cose importanti. Come il guardare la tv, ad esempio.

State bene.

Ghino La Ganga

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: