Abballa Larossi

Abballa Larossi

 

A sostegno del post di ieri, suggerisco di osservare la faccia dell’assassino che a Parigi ha ammazzato una coppia di poliziotti. Da un semplice esame dell’espressione idiota del tizio, risulta sempre più evidente che qualunque insignificante testa di cazzo, in qualunque parte  del mondo, cerca di nascondere il proprio chiaro handicap mentale dichiarandosi un militante Isis.  Tocca peraltro ricordare che la fase finale delle nostrane Brigate Rosse fu simile: piccoli ladruncoli di mezza tacca o minimi spacciatori di quart’ordine, spesso  privi di licenza media, si dichiaravano prigionieri politici al momento dell’arresto. Il fatto triste è che qualcuno ha poi fatto carriera, perché mica si suicidavano. Mannaggia.

State bene.

Ghino La Ganga