Alla fine il prete serve.

novembre 7, 2016

Padre Giovanni Cavalcoli

Padre Giovanni Cavalcoli

A dispetto delle critiche piovutegli addosso, io credo che Padre  Giovanni Cavalcoli di Radio Maria sia stato di grande utilità alla Chiesa Cattolica. Si tratta infatti del classico prete di periferia che prima o poi serve alla bisogna. Lui lancia una strana massima lì, un’immotivata benedizione qua, una qualche stramba preghiera collettiva ; poi si scatena in un anatema contro le unioni civili italiane, punite subito con il terremoto a Visso (noto luogo di perdizione edonista). Tutti concetti che possono  tornare utili: consentiranno ad altri di compierne in futuro una rilettura, tale da glorificare la Chiesa come estranea al triste figuro che quella volta ha parlato. La Chiesa Cattolica fintamente pauperopop, voluta dall’animatore turistico argentino facente da Papa, simula di poter fare a meno dei preti sconvenienti. In realtà ne ha bisogno come del pane. Senza un confronto con loro non ci si può dichiarare moderni, e soprattutto: senza la loro opera di ottusa prosecuzione della raccolta offerte – dal vivo e via etere – non si può tenere in piedi la baracca. E’ un po’ come le banche: non bisogna salvarle al posto degli umani, salvo ovviamente che non si tratti dello Ior. Che un tempo era discusso, e adesso invece guarda come è diventato trasparente. Con gli stessi funzionari dentro, tra l’altro.

State bene.

Ghino La Ganga